Home » Benessere » L’Antartide cerca medici (ben pagati)

L’Antartide cerca medici (ben pagati)

In tempi di crisi lavorativa, 245 euro al giorno fanno molta gola. Ma si è disposti a vivere in mezzo ai ghiacci eterni dell’Antartide? Sono queste le condizioni poste dall’annuncio dell’Enea, l’ente che si occupa dell’attuazione e delle ricerche per il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide, mentre prepara una nuova spedizione italiana aperta a tecnici informatici, elettricisti, meccanici e medici.

I “fortunati” selezionati vivranno alla stazione Concordia, la base di ricerca permanente situata sul plateau antartico ad un’altitudine di 3.233 metri sul livello del mare a temperature che fanno paura anche a pronunciarle (fino a meno 80 gradi!). Sarà certamente un’esperienza unica ed emozionante, difficile sicuramente, per cui ben pagata. I medici soprattutto sono importantissimi perché si vive in condizioni particolari e anche le malattie e gli infortuni sono particolari.

Saranno selezionate 15 persone, con esperienza, in possesso di diplomi professionali e di laurea in Medicina. I medici che si candideranno dovranno aver avuto in passato addestramenti particolari per interventi di primo soccorso e di assistenza a casi di congelamento. Devono essere pronti e qualificati per la chirurgia di urgenza in situazioni ostili, possibilmente aver già lavorato in ambienti duri (troppo freddi o troppo caldi, guerra, foreste, ecc.).

admin

x

Guarda anche

Svezzamento, come preparare il brodo vegetale

Come raccomandato dagli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, al compimento dei 6 mesi i bimbi ...

Condividi con un amico