Home » Benessere » Avere un infarto senza accorgersene. Succede più spesso di quanto si pensi

Avere un infarto senza accorgersene. Succede più spesso di quanto si pensi

Forse la prossima volta che farete una visita cardiologica scoprirete di aver avuto un infarto, a vostra insaputa. Mentre eravate a lavoro, a scuola, in gita… Eppure siete qui, vivi e vegeti. Come si spiega? Alcuni studi sull’incidenza degli infarti, condotti dal Wake Forest Baptist Medical Center a Winston-Salem, in Carolina del Nord (USA), e da poco pubblicati sulla rivista “Circulation” hanno dimostrato che nel 45% dei casi, l’infarto viene e se ne va senza che la persona senta alcun sintomo.

L’infarto nasce dal mancato apporto di ossigeno al cuore che di fatto causa la morte di alcune cellule e l’interruzione del ritmo cardiaco. Di tutto questo, di solito, nel cuore rimane una cicatrice che rende il muscolo meno funzionante sebbene ancora attivo. E’ capitato che alcune persone si siano “ritrovate” queste cicatrici nel cuore senza mai aver avuto dolori o attacchi di alcun genere. Nella osservazione americana, su 9.500 soggetti circa 320 avevano avuto infarti senza accorgersene. Li chiamano “infarti silenti” e se la persona può pensare di aver scampato un pericolo, in realtà il pericolo è ancora in atto proprio per l’anormalità di questo genere di infarto.

Chi ha infarti silenti, non sentendo sintomi non si preoccupa e non si cura. Per cui il cuore, che intanto soffre lo stesso, non viene aiutato, con la tragica conseguenza che un secondo evento potrebbe fermarlo del tutto. Il fenomeno è più diffuso tra gli uomini, ma anche le donne lo registrano in misura sempre crescente. Capire se si è avuto un infarto precedente è molto difficile e a volte può sfuggire anche alla visita cardiologica. Si può solo tenersi sotto controllo costante (specie se si hanno casi di infarto in famiglia) e prevenire l’evento conducendo una vita quanto più misurata possibile: niente fumo, niente cibi grassi, attenzione al sovrappeso, attenzione al diabete, a pressione alta e colesterolo alto. L’infarto, silente o doloroso che sia, è comunque un allarme che indica un cuore che ha bisogno di aiuto. Mai sottovalutarlo.

admin

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico