Home » Benessere » Circoncisione, non soltanto un fattore religioso

Circoncisione, non soltanto un fattore religioso

Alcune culture la impongono “perché lo vuole Dio”, come quella araba e quella ebraica, ma esistono anche molti circoncisi cristiani o atei. Infatti questa pratica ha un fondo igienico che serve a preservare l’organo sessuale maschile da problemi e malattie future. Essa previene alcuni tipi di infezione, le fimosi, ma anche l’AIDS. Utile dunque, se capita di doverla fare, ma è bene sapere anche come trattare il pene dopo l’intervento.

Può infatti capitare, anche nelle circoncisioni parziali, che si verifichino gonfiori, bruciori durante la minzione, dolori in caso di erezione e sanguinamenti. Si tratta di eventi che non devono preoccupare più di tanto ma devono essere trattati bene e presto per evitare danni. Alcuni medici consigliano di pulire i punti con Euclorina, di disinfettare in seguito, possibilmente con prodotti gel e di tenere ben coperto con le garze. Se la garza tende ad attaccarsi troppo, prima di rimuoverla bagnare con poca acqua. In base al decorso dopo la circoncisione si devono prendere determinati antibiotici a determinate ore del giorno.

Nei bimbi piccoli la circoncisione può generare dolori forti, per cui è sempre meglio trattare la zona con prodotti calmanti ed eseguirla con leggera sedazione. Gli adulti devono invece rivolgersi al medico in caso di anomalie, ma generalmente se seguono i consigli dati in pochi giorni dovrebbero risolvere i disagi. La circoncisione è comunque una mutilazione quindi va sempre eseguita con il controllo medico e con condizioni adatte. La pratica improvvisata o eseguita in strutture diverse da un ospedale può essere pericolosa, in assenza di medici competenti, per questo la OMS vigila in tutto il mondo nonostante alcune comunità si ostinino a praticarla anche nelle foreste o in capanne fatiscenti.

admin

x

Guarda anche

Menopausa: perché potrebbe far male ai polmoni

Arriva dalla Norvegia, Università di Bergen, una notizia che mette in ansia il mondo della ...

Condividi con un amico