Home » Benessere » Colesterolo alto: forse la colpa è del poco sonno

Colesterolo alto: forse la colpa è del poco sonno

Quando avete il colesterolo alto, la prima cosa a cui pensate è: devo cambiare dieta. E nel 90% dei casi è davvero così, quando non c’entra l’ereditarietà è proprio il modo e il tipo di mangiare che può determinare l’aumento dei grassi nel sangue. Però non solo quello. Certe volte c’è un fattore in più, un fattore insospettabile: il letto!

Nel senso che se dormite poco e niente avrete più possibilità di ammalarvi di colesterolo. Lo rivela uno studio dell’Università di Helsinki (Finlandia) molto considerato anche a livello internazionale. Uno studio che ha messo sotto esame 21 persone di età media 23 anni divise in due gruppi: il primo di 7 persone (gruppo di controllo) e i rimanenti 14 nel gruppo del “non sonno”. In pratica, mentre i primi vivevano una vita normale, con ore di sonno giuste e normali, il gruppo del “non sonno” veniva invitato a dormire poco o nulla con frequentazione di feste o eventi che si protraessero nella notte.

I dati ricavati sono stati messi a confronto con studi precedenti più ampi, che coinvolgevano anche 500 persone nelle stesse condizioni. Alla fine, si è visto che chi si priva di preziose ore di sonno causa la drastica diminuzione delle lipoproteine HDL (il “colesterolo buono”) facendo invece aumentare il colesterolo dannoso, quello che a lungo andare provoca malattie cardiovascolari. Bastava una settimana con il sonno sballato o assente per notare aumenti preoccupanti del grasso in circolazione nel sangue. Ricordando che il bisogno di sonno cambia con l’età, è giusto ribadire che i giovani devono dormire 8 o 9 ore per notte, tutte le notti, mentre sono gli anziani quelli che possono permettersi meno ore. Se dunque volete combattere il colesterolo in eccesso, provate -oltre a mangiar sano- a dormire anche sano. Provate ad amare di più il vostro letto.

admin

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico