Home » Benessere » Prima di diventare padri, correggete le vostre abitudini

Prima di diventare padri, correggete le vostre abitudini

Quando una donna è incinta comincia a fare attenzione a mille cose. La madre sa che ogni errore e ogni disattenzione può causare danno al bambino. Ma forse pochi sanno che anche gli errori e le disattenzioni dei padri, e le loro cattive abitudini, sia prima che dopo il concepimento, possono creare problemi ai figli. Partiamo dal fatto che ogni cambiamento negli spermatozoi è un cambiamento anche nel figlio che sarà concepito con essi.

Prima di diventare padre, dunque, l’abitudine alimentare, sociale e salutista dell’uomo può già avere un’influenza specifica sul bambino. Uno studio condotto dalla dottoressa Joanna Kitlinska dell’Università di Georgetown (USA) ha verificato che le alterazioni genetiche possono derivare anche dal comportamento e dall’età dei padri, non solo delle madri. Dopo i 25 anni, ogni cinque anni aumenta nell’uomo la possibilità di trasmettere anomalie al figlio concepito. Più vecchio è un padre, quindi, più possibilità ci sono che il figlio nasca con problemi o sindromi specifiche… una regola che però non vale a livello universale ma solo come probabilità.

Se poi il padre, nel corso della vita, ha adottato alimentazioni eccessive, se ha il vizio del fumo o dell’alcol o peggio, se dorme poco… tutto questo aggiunto all’età influisce negativamente sul concepimento. Ma dopo che il figlio è nato, i comportamenti paterni sono comunque pronti a riflettersi sul bambino che di fatto “percepisce” i problemi del padre e li assimila psicologicamente anche nelle primissime settimane di vita. Dunque il succo è: se volete diventare genitori cambiate radicalmente il vostro stile di vita, e mantenetelo possibilmente anche dopo che il figlio è nato. I bambini sono come “spugne” che raccolgono umori e sensazioni intorno, lo fanno già dal grembo materno e continuano per i primi 2 anni di vita. La responsabilità di farli crescere sani è di tutti e due.

admin

x

Guarda anche

Sangue artificiale: adesso è realtà

Se ne parlava da moltissimo tempo, non tanto per sostituire quella grande azione generosa che ...

Condividi con un amico