Home » Benessere » Prima notte di nozze… in Pronto Soccorso. Colpa del drone

Prima notte di nozze… in Pronto Soccorso. Colpa del drone

Vanno molto di moda e costano anche un occhio (in più) sul totale delle spese del matrimonio. Eppure non è da tutti farli volare. Ci sono corsi appositi che durano diversi mesi, perché gestire un drone in volo … saperlo controllare anche in mezzo agli alberi o quando tira vento… non è un giochetto da bambini. Se lo ricorderà per sempre una coppia di sposini di Palermo che ha trascorso la prima notte di nozze in ospedale per colpa del drone affittato per la cerimonia.

A causa del forte vento che tirava sul luogo delle foto in esterni, l’apparecchio volante ha perduto l’equilibrio e trascinato dalla corrente d’aria è piombato sulla testa dello sposo, un giovane di 37 anni, proprio mentre usciva dalla chiesa a braccetto con la neo-moglie. Le ferite al viso sono state profonde, oltre al trauma cranico non indifferente. Così invece dell’auto blu che va al banchetto, la coppia è salita sull’ambulanza che andava al reparto Chirurgia dell’ospedale “Civico”.

I medici hanno dovuto chiudere le ferite usando nuove tecniche “collanti” al posto dei punti di sutura, in modo che per lo meno gli impediranno di leggersi in viso per tutta la vita il ricordo di questo tragico matrimonio. Costernato e mortificato il fotografo, certamente non ne verrà fuori buona pubblicità per lui, ma consola il fatto che poteva andare molto peggio. Questo riporta in auge il tema dell’uso di questi droni per le feste e le cerimonie. Se sono nelle mani inesperte di persone non ben allenate possono diventare un’arma lesiva e molto pericolosa. Nel caso dei matrimoni, inoltre, il problema è aggravato dal peso della videocamera incorporata. Insomma, lo sposino se ne sarà pentito … ma per questa volta se l’è cavata solo con un mal di testa e con una notte di gioia in meno.

admin

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico