Home » Benessere » Circoncisione andata male: la famiglia della vittima chiede 500.000 euro

Circoncisione andata male: la famiglia della vittima chiede 500.000 euro

Abbiamo parlato da poco di circoncisione e abbiamo detto e consigliato a tutti, in particolare agli immigrati di religione musulmana, di evitare queste cerimonie in strutture inadeguate ma di recarsi presso un normale ospedale italiano, dove tra l’altro questa operazione si esegue -per motivi sanitari- anche su tanti nostri connazionali. L’ospedale è sicuro, scriviamo. Ma poi arrivano storie come questa che fanno traballare le nostre certezze.

La storia risale a circa un anno fa, quando una famiglia marocchina porta il proprio bambino a farsi circoncidere in ospedale. Piccolo intervento con sedazione, in day hospital, tutto risolto entro il pomeriggio… se non fosse che durante l’operazione il chirurgo si accorge di aver commesso un errore. Nel recidere la parte superiore del pene ha tagliato “per sbaglio” anche parte del glande con tutta l’uretra, di fatto evirando il piccolo. Accortosi subito del terribile errore, l’uomo corre ai ripari e “riatacca” l’organo reciso. Da allora, però, il bambino deve subire tutta un’altra serie di aggiustamenti, che comportano una settimana di ospedale e altre due operazioni.

Alla fine il bimbo torna a casa e sta bene, ma nessuno può sapere ancora quali danni avrà causato quell’operazione sbagliata alla sua futura vita sessuale. I medici sono stati chiari: occorre attendere l’età dello sviluppo per capire se e quali danni ci sono e eventualmente intervenire di nuovo. Ovviamente la famiglia ha fatto causa all’ospedale e al medico, il loro avvocato italiano ha chiesto un risarcimento di 500.000 euro per gli eventuali danni permanenti. Mortificato il dottore che ha eseguito l’operazione, sebbene ammette che un errore del genere possa capitare e sia capitato in passato, quando si circoncide un bimbo. Le scuse sono state accettate, ma non il danno arrecato per distrazione. E su questo punta l’accusa per ottenere giustizia.

admin

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico