Home » Benessere » La bimba nigeriana scampata alle acque cerca casa in Italia

La bimba nigeriana scampata alle acque cerca casa in Italia

favour lamp

L’Italia è impazzita per la piccola profuga orfanella. La bimba di 9 mesi salvata la notte scorsa dall’ennesimo naufragio di disperati a largo di Lampedusa ha commosso tutti, nella foto che le hanno scattato in braccio al dottor Bartolo, il medico lampedusano divenuto famoso grazie al documentario “Fuocoammare” (di Gianfranco Rosi).

Il suo nome è Favour Nohamed, che forse significa “dono” e come dono è arrivata in Italia quando la sua mamma è morta in mare, insieme al fratellino che portava in grembo. La bimba è stata subito rifocillata, coccolata ed è già entrata nel circolo vizioso del grande amore degli isolani che non vorrebbero più vederla andar via. Ma è troppo piccola e ha bisogno di una famiglia stabile, regolare. E le famiglie desiderose di averla sono tante se è vero, come dice il dottore che “i nostri telefoni non smettono di squillare”.
Chiamano coppie senza figli, coppie che hanno figli e ne vorrebbero un’altra, coppie che stanno pensando all’adozione ma vorrebbero prima conoscere la situazione di Favour. I lampedusani -gente di cuore ma anche molto gelosa- vigileranno affinché chiunque adotti la bimba sia in grado di darle benessere e serenità. Per adesso la stanno curando. La bimba era piena di ustioni ed è stata affidata al centro medico dell’isoletta siciliana dove ora sta migliorando (la foto lo dimostra). Era anche disidratata ma con un poco di latte e dell’acqua ora sta bene. A badare a lei, a turno, i medici di Lampedusa e i poliziotti che hanno contribuito a salvarla, insieme ad altre decine di migranti, dalla morte in mare.

admin

x

Guarda anche

sesso-1

Sesso: come si misura l’orgasmo femminile

Ma come si fa a capire il piacere delle donne? E’ un problema talmente serio, ...

Condividi con un amico