Home » Benessere » Legge 104: se a scuola la usano i “furbetti”…

Legge 104: se a scuola la usano i “furbetti”…

legge 104 furbi scuola

Come spesso succede in Italia, le leggi nascono con ottime intenzioni e buoni fini ma poi vengono utilizzate per scopi personali e private del loro valore. La “legge 104” fu emanata nel 1992 con uno scopo nobilissimo: favorire i lavoratori dipendenti che dovevano assistere un familiare molto malato, avvicinandoli il più possibile a casa. Chi ne beneficia, può “prendere permesso fino al limite di tre giorni mensili, ovviamente retribuiti” ma può anche cambiare sede lavorativa.

E se questo era stato fatto con uno scopo giusto, troppe persone da allora hanno usato questa legge per “crearsi un’alibi” per rimanere a lavorare dove meglio credevano. Un abuso che oltre a snaturare la legge ha creato danni anche a chi la utilizzava per veri, gravi motivi di famiglia. Ad abusare più di tutti, i docenti e, soprattutto, il personale amministrativo, tecnico ed ausiliario della scuola. Il Ministero della Istruzione e Ricerca (MIUR) ha deciso di frenare questa cattiva abitudine con un severo giro di vite. Non è possibile che beneficiano della legge 104 il 13% degli insegnanti e dei dipendenti scolastici, contro uno scarso 1,5% di dipendenti statali di altri uffici!

In pratica, ad ogni 9 insegnanti con la 104 corrisponde un solo impiegato privato (o di altri uffici pubblici) che ne fa uso. Qualcosa non torna… ! A far esplodere uno scandalo, conosciuto da tutti ma taciuto in mezza Italia, fu la scoperta di una scuola di Agrigento dove addirittura 70 docenti su 170 ne erano beneficiari! Dopo i controlli dell’INPS furono bloccati e revocati tanti permessi e trasferimenti ottenuti in questo modo. Su queste basi, da ora in poi su pressione del MIUR, l’INPS vigilerà ovunque sui veri permessi e le vere necessità di familiari di dipendenti pubblici e solo in rari casi accertati saranno concessi tutti i benefici richiesti.

admin

x

Guarda anche

sesso-1

Sesso: come si misura l’orgasmo femminile

Ma come si fa a capire il piacere delle donne? E’ un problema talmente serio, ...

Condividi con un amico