Home » Benessere » Il “vaccino anti cancro” è quasi pronto

Il “vaccino anti cancro” è quasi pronto

Sarebbe pronto ormai in Germania un vaccino antitumorale. Chiamarlo vaccino forse è sbagliato perché non ha funzione preventiva ma curativa, in poche parole si usa su chi è già malato di cancro per ridimensionare la malattia e renderla “gestibile”. Lo dicono i dati in possesso di alcuni ricercatori di Mainz (università Johannes Gutenberg).

Presentato al congresso della Società Americana di Oncologia Medica, il “vaccino” ha molte buone speranze di essere approvato, dopo le dovute sperimentazioni. Si sono già concluse con buoni risultati quelle sui topi e ora si stanno eseguendo i test sull’uomo, in particolare su malati di melanoma avanzato. Il vaccino si presenta sotto forma di capsule di grasso con un nucleo di materiale genetico (RNA programmato per distruggere le cellule tumorali) e una volta in corpo scatena la risposta immunitaria, insegnando ai nostri linfociti a riconoscere solo le cellule malate e ad attaccarle.

Il lavoro sta suscitando interesse e reazioni positive per il tipo di risposta che scatena nel corpo. Pare sia l’unico farmaco, inoltre, in grado di attivare l’interferone agendo direttamente sulla milza e lasciando partire una risposta immunitaria decisa e diretta. Ovviamente ancora occorrono nuove sperimentazioni per capire se può agire così su tutti i tipi di tumore o solo su alcuni, o se funziona con tutti gli individui o solo con alcuni. Rimane il fatto che, ad oggi, sia topi che uomini hanno fatto registrare risultati più che positivi convalidando l’efficacia del prodotto.

admin

x

Guarda anche

Sangue artificiale: adesso è realtà

Se ne parlava da moltissimo tempo, non tanto per sostituire quella grande azione generosa che ...

Condividi con un amico