Home » Benessere » Manuel verso il Polo Nord, con la distrofia muscolare

Manuel verso il Polo Nord, con la distrofia muscolare

Ho la distrofia muscolare, e allora? Sembra dire questo il viso sorridente di Manuel Giugie, un ragazzo di Marghera (Veneto) che nonostante tutto ha deciso di partire e viaggiare, riprendendo quella passione che ha sempre avuto e che aveva dovuto interrompere per colpa della malattia. Una malattia che compare senza preavviso quando ha solo 20 anni.

Distrofia Muscolare di Cingoli, il nome completo, una condanna che -dissero i medici- ti porterà alla sedia a rotelle in pochi anni. Oggi Manuel ha quasi 30 anni e la sedia a rotelle ancora non l’ha vista… cammina e si muove con molta fatica, ha bisogno di aiutarsi con dei sostegni ma su quella dannata sedia non ci vuole finire. E per dimostrare che si può fare, che il destino puoi sfidarlo con la forza della volontà, ha organizzato la spedizione a Capo Nord. Un viaggio complicato, difficile anche per una persona sana e sportiva. Ma lui non ha paura… in fondo che cos’ha da perdere?

E’ partito l’altro giorno dalla sua Venezia, applaudito da amici, supporter, associazioni che si occupano di persone con le sue stesse difficoltà e cittadini comuni, ed è partito in una macchina guidata da lui. Direzione Paesi Scandinavi, Polo Nord. Sarà un viaggio in solitaria con l’obiettivo di vedere l’alba del mondo, il sole di mezzanotte e di raccogliere fondi per aiutare le associazioni che si occupano della sua malattia. Un viaggio che Manuel sta affrontando a sue spese, anche per dimostrare che una persona malata non è da compatire o da piangere ma da ammirare. “Bisogna darci dentro sempre in tutto e mai pensare che qualche cosa sia troppo difficile, una soluzione c’è sempre, va solo trovata”, dice agli amici prima di partire. Come dargli torto, quando lo vedi andare libero come il vento e senza pensieri?

admin

x

Guarda anche

Per mantenere un viso giovane… non usate il cellulare!

Se volete mantenere un bel viso giovane, senza rughe né doppio mento, fareste bene a ...

Condividi con un amico