Home » Benessere » Crisi d’asma per colpa dello smog

Crisi d’asma per colpa dello smog

Come si capisce se gli attacchi d’asma aumentano o diminuiscono? Lo spiegano i ricercatori milanesi che hanno lavorato a un test condotto proprio nella capitale lombarda: “Abbiamo campionato giornalmente le acque reflue provenienti dalla città, prima che venissero immesse nel depuratore di Nosedo. E isolato i residui di salbutamolo, un vasodilatatore usato per contrastare il broncospasmo durante di attacchi di asma”. Confrontando le cifre si vede che l’uso di questo medicinale è più che raddoppiato.

In particolare aumenta sensibilmente negli stessi giorni in cui lo smog aumenta o ristagna nell’aria, per mancanza di vento o aumento dei mezzi di trasporto inquinanti. Significa chiaramente che l’asma è causata o intensificata dallo smog, una teoria che si ipotizzava ma che raccoglie sempre più prove certe. Per smog si intendono le particelle delle polveri sottili emesse dalle auto ma anche gli scarichi del riscaldamento domestico, composti da particelle solide e liquide con diametri infinitesimali.
Queste sostanze tossiche vengono inalate e intrappolate nei polmoni causando infiammazioni che determinano l’asma. Per sollevare 850 persone dalla terribile tosse quotidiana basterebbe ridurre solo di un terzo le emissioni inquinanti. Ricordiamo che l’asma è una malattia fastidiosa, cronica che in certi casi diventa anche grave o letale. Fare del nostro meglio per evitarla sarebbe anche aver cura della salute dei nostri figli, che potrebbero svilupparla da grandi proprio per colpa dell’inquinamento in cui li facciamo vivere. Le prove ora ci sono, e non sono dubitabili. La stessa ricerca evidenzia come nelle giornate di vento e pioggia, quando lo smog diminuisce drasticamente, gli attacchi di asma diminuiscono immediatamente.

admin

x

Guarda anche

Per mantenere un viso giovane… non usate il cellulare!

Se volete mantenere un bel viso giovane, senza rughe né doppio mento, fareste bene a ...

Condividi con un amico