Home » Benessere » “La mia bimba che non sarebbe mai nata”. Commuove il web la lettera di una mamma

“La mia bimba che non sarebbe mai nata”. Commuove il web la lettera di una mamma

bimba down

La sua bambina non doveva nascere. Il motivo? “Possibile” sindrome di Down, problemi, ansie, imbarazzo… chi vorrebbe tutto questo per la propria figlia e per se stessa? Il medico consigliava l’aborto terapeutico, come dire: “no, questo figlio no, magari il prossimo”. Ma Courtney Baker -giovane mamma americana- non ha voluto abortire e quando è nata la sua bimba, Emersyn Faith Baker, ha scritto una lettera a quel dottore. Lettera che sta facendo il giro del mondo e commuovendo il web.

“Caro dottore, sono venuta da te nel periodo più difficile della mia vita. Ero terrorizzata, ansiosa, nella totale disperazione. Invece di aiuto e incoraggiamento, mi hai consigliato di abortire. Ti ho detto il suo nome, e mi hai chiesto ancora una volta se avessimo capito quanto si sarebbe abbassata la qualità della nostra vita con una figlia con la sindrome di Down” sono le parole amare che ha affidato a un’associazione la quale le ha poi diffuse via internet.

“L’unica cosa che dovevi dirmi, cioè che mia figlia era PERFETTA, non me l’hai detta” aggiunge la mamma di Emersyn, che oggi ha 15 mesi ed è “una gioia impossibile da esprimere”. Perché Emersyn alla fine è nata e sì, ha la sindrome di Down, ma non è un peso per i suoi genitori, al contrario. “Ci ha donato i sorrisi più grandi, le risate e i baci più dolci che abbiamo mai conosciuto. Ci ha aperto gli occhi sulla vera bellezza e sull’amore puro” ». E alle altre mamme incinte scrive parole di incoraggiamento e di speranza. Scrive loro che il loro bambino o bambina è perfetto/perfetta. Non importa se ha la sindrome di Down, se è cieco, sordo, nano o perfettamente sano. In ogni caso è la vostra creatura ed è unica e speciale, comunque sarà.

admin

x

Guarda anche

niente-sesso-2030

Sesso: ecco come cambierà (o sparirà) nei prossimi 14 anni

Che ci crediate o no, l’umanità è a forte rischio estinzione e la colpa sarà ...

Condividi con un amico