Home » Benessere » Psicologia di “Mamme sull’orlo di una crisi di ballo”

Psicologia di “Mamme sull’orlo di una crisi di ballo”

mamme ballo psicologia

“Mamme sull’orlo di una crisi di ballo” è il titolo lungo e assurdo dato in Italia al reality americano DANCE MOMS, ovvero mamme della danza. Le protagoniste per circa cinque anni (2011-2016) sono state in teoria alcune bambine della prestigiosa accademia di danza Abby Lee di Pittsburgh (USA) ma nella pratica erano le loro madri, quarantenni agguerrite e invadenti.

Hanno nomi come Melissa, Christina, Kelly, facce da Barbie e un carattere che va molto oltre, forse troppo oltre, quello della “mamma in ansia per il figlio”. Seguire poche puntate di questo reality significa vedere uno spaccato del modo di essere genitori nel XXI secolo, ovvero: mio figlio su tutti, mio figlio ha sempre ragione, mio figlio è l’unico che vale. I figli sono “piezzi e core” da sempre, per tutti i genitori del mondo, ma un tempo -proprio perché ai figli ci si teneva- si curavano con attenzioni e punizioni. Oggi le punizioni sono sparite e i figli ottengono solo attenzioni e lodi, anche quando non le meritano affatto.

Le “mamme sull’orlo di una crisi di ballo” sono americane ma fin troppe madri italiane vi si riconoscono. E non è una bella cosa, considerando che le protagoniste di quel reality sono aggressive, pettegole, invidiose e manipolatrici. I dialoghi in cui le mamme cercano di sminuire o far odiare l’insegnante alle bambine, le quali invece continuano a seguirla fedelmente è indice della psicologia moderna secondo cui gli insegnanti sono nemici, non complici dell’educazione. Ed è psicologia moderna anche questo inutile incitamento all’odio che viene inculcato nella mente di bambini innocenti che vorrebbero solo -in questo caso- ballare e divertirsi. Altamente DISEDUCATIVO.

admin

x

Guarda anche

sesso-1

Sesso: come si misura l’orgasmo femminile

Ma come si fa a capire il piacere delle donne? E’ un problema talmente serio, ...

Condividi con un amico