Home » Benessere » Cos’è la “psicobiotica”?

Cos’è la “psicobiotica”?

dolci 1

PSICOBIOTICA è la parola nuova che definisce lo studio del rapporto tra il cibo e la mente, una nuova disciplina che promette speranze soprattutto per combattere la depressione e i tanti disturbi alimentari ad essa legati (anoressia, bulimia…). L’alimentazione ha influenza sul benessere psicofisico dunque va coinvolta anche nella cura dei problemi mentali.

Tra i pro e i contro (le voci e le smentite sono tante) la Società Americana di Psichiatria le ha dato una sorta di riconoscimento ammettendo che la psicoanalisi si può fare anche a tavola! Non è una battuta detta tanto per dire ma una conclusione a cui si è giunti confrontando molti studi. I pazienti che mangiano in modo più equilibrato guariscono prima o migliorano prima, se hanno la depressione. E se curano l’alimentazione evitano anche che la depressione venga. Il 95% dei recettori per la serotonina (sostanza sulla quale si basano gli antidepressivi) si trovano nell’epitelio intestinale. Come a dire se l’intestino funziona, se quel che mangiamo fa funzionare l’intestino, anche il cervello starà bene.

I dati parlano chiaro. Nel cibo ci sono elementi, come acidi grassi omega 3, il magnesio, il calcio, le fibre e le vitamine B1, B9, B12, D ed E che riequilibrano le membrane neuronali, riducono gli effetti infiammatori e fanno scalare in modo evidente la sintomatologia legata al disturbo depressivo o ansioso o aggressivo, o tutti e tre. Non esistono consigli precisi sulla alimentazione intesa come terapia antidepressiva: vanno bene tutte le diete, vegana, onnivora, crudista… purché diano soddisfazione a corpo e mente e facciano star bene con se stessi. Il primo passo per superare la sensazione di vuoto che dà la depressione è proprio questo.

admin

x

Guarda anche

verdure-1

Sarà vero? Come capire quali alimenti fanno davvero bene

Il caffè fa bene alla salute, no, anzi, distrugge il cuore. Il cioccolato devasta i ...

Condividi con un amico