Home » Benessere » Mio figlio gioca con le bambole: comportamento passeggero o altro?

Mio figlio gioca con le bambole: comportamento passeggero o altro?

In Italia esiste un OSSERVATORIO NAZIONALE DELLA IDENTITA’ DI GENERE e non è altro che un laboratorio di psicologia e pediatria che aiuta e consiglia quei genitori angosciati perché il proprio bambino gioca con le bambole, oppure perchè la femminuccia di casa adora il pallone e il wrestling! Ansie palesi e nascoste. Mio figlio è gay? Gli esperti tranquillizzano e ricordano a tutti che ogni bambino del mondo “esplora” l’identità di genere.

A volte lo fanno per gioco, per curiosità, o solo per capire come si sta nei panni dell’altro. Spesso questo passaggio serve loro a capire meglio la propria mascolinità o femminilità. Nell’antica Grecia la relazione omosessuale era materia di studio ed esperienza promossa in quanto “educativa”. Oggi i bambini invece vengono frenati se giocano con giocattoli non adatti al proprio sesso. Questo è un errore. Un maschietto che gioca con le bambole per qualche mese non è gay .. magari sarà solo un buon padre da grande! Una bambina che gioca con il pallone del fratello non sarà una lesbica ma magari solo una ragazzina più sportiva.

In Italia esplorare la propria identità è visto ancora come un tabù e forse invece è proprio questo che alimenta le tendenze omosessuali. Se si lasciano liberi i bambini di capire la propria tendenza forse ne ricaveremo uomini più uomini e donne più donne. E se qualcuno è gay, anche lui/lei capirà il proprio essere con questi “giochi”. Oggi ci sono dei centri ai quali ci si può rivolgere per parlare, ascoltare e capire. Ci sono anche dei centri che aiutano nel caso che questi “giochi” infantili diventino regole fisse -e dunque preoccupanti- nell’adolescenza. Quando la ricerca dell’identità si fissa su elementi estranei al proprio sesso si chiama DISFORIA DI GENERE e a quanto pare ne soffrono più i maschi che le femmine. In quel caso non è più solo una esplorazione ma una confusione vera e propria che va controllata. Potrebbe infatti portare alla conferma della propria sessualità oppure alla rivelazione del proprio essere omosessuale.

admin

x

Guarda anche

Cosa è la “depressione da facoltà di Medicina”?

Tranquilli, non è una nuova sindrome, ma un fenomeno da studiare comunque. Si tratta di ...

Condividi con un amico