Home » Benessere » Gli ultrasuoni che curano il cervello

Gli ultrasuoni che curano il cervello

Mentre nel mondo si studiano soluzioni importanti per raggiungere le parti più nascoste del cervello, imitando addirittura la bocca della vespa, tubicino flessibile e mini invasivo, altrove si stanno ottenendo già risultati interessanti in questo campo. In Francia, presso la Pitié-Salpêtrière di Parigi, si è messo a punto un sistema di ultrasuoni in grado di arrivare nelle parti più remote del cervello e perfino di veicolare dei farmaci.

Testato su 15 pazienti affetti da glioblastoma, si è impiantato un dispositivo a ultrasuoni, chiamato “SonoCloud”, delle dimensioni di 11 mm che permette di aprire un varco nella barriera ematoencefalica. I risultati sono apparsi sulla rivista “Science Translational Medicine”. L’operazione avviene in anestesia locale e in modo rapido, dopo di che l’azione di “SonoCloud” è indolore a altrettanto rapida. Dopo essere stato azionato, il dispositivo emana ultrasuoni per due minuti… in questo modo “allarga” la barriera e a quel punto si inietta il farmaco chemioterapico che riesce a raggiungere il tumore senza danneggiare altri tessuti intorno.

Tutto è stato scoperto per puro caso, durante un test di ultrasuoni avviato su un paziente che aveva appena ricevuto un trattamento chemioterapico in loco. Si è notato che parti del farmaco erano passate oltre la barriera direttamente nella massa, in modo inaspettato e da qui si è capito che poteva essere merito delle onde. In effetti l’energia impressa dagli ultrasuoni alle microbolle di farmaco le porta a vibrare e così facendo indeboliscono la barriera cerebrale e si aprono dei varchi che le conducono alla meta. Nel 2017 inizierà la terza fase della sperimentazione e se tutto funzionerà si potrà presto agire sui tumori del cervello in modo pratico e diretto, anche dosando bene i farmaci.

admin

x

Guarda anche

Per mantenere un viso giovane… non usate il cellulare!

Se volete mantenere un bel viso giovane, senza rughe né doppio mento, fareste bene a ...

Condividi con un amico