Home » Benessere » Fertilità femminile: un rimedio con l’inositolo

Fertilità femminile: un rimedio con l’inositolo

Per una donna, di solito, la maternità è un capitolo importante della vita. Non tutte nascono col senso materno, questo è vero, ma sapere che il proprio corpo “può” produrre dei figli, sapere di essere fertile è comunque una consolazione per tutte. E chi invece ha problemi proprio con la fertilità vive malissimo questo rapporto col proprio essere donna. Ma per loro, oggi, si apre una nuova speranza.

Grazie a lunghi anni di studio condotti in Svizzera presso la Università di Ipus, e con la collaborazione della Commonwealth University della Virginia (USA) si è arrivati alla scoperta di questa molecola: “inositolo”, oggi detta anche molecola della fertilità. A quanto pare funziona benissimo contro l’ovaio policistico, una patologia difficile da curare che riguarda un 10% di donne in età fertile. Chi ne soffre, oltre ad avere dolori durante il ciclo e problemi ormonali, non riesce a rimanere incinta.

Il recente congresso di ginecologi e pediatri tenutosi a Firenze ha fatto conoscere al mondo l’uso dello inositolo e come sta migliorando la vita delle donne affette da infertilità per ovaio policistico. Molte di loro stanno sperimentando un ritorno della qualità ovocitaria e dunque la speranza di una futura gravidanza. Il 50% delle donne in cura ha ritrovato la regolare ovulazione nel giro di un mese. La cosa sorprendente è che l’inositolo era da tempo tra noi: si trova in natura in alcuni alimenti, tra cui legumi, cereali, frutta. Ma anche nella tanto condannata carne, sia di bovino che di maiale.

admin

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico