Home » Benessere » Zika, contagiato un ragazzo di Modena

Zika, contagiato un ragazzo di Modena

Un uomo di Modena, da poco rientrato dalla Giamaica, accusa malori e febbre e in poco tempo sviluppa tutti i sintomi che un medico non vorrebbe mai sentire: quelli di Zika, il virus trasmesso dalla puntura delle zanzare tropicali “tigre”. Tropicali fino a un certo punto, dato che in effetti ormai le zanzare tigre sono diffuse anche da noi, nella Pianura Padana.

Non è il primo caso di Zika in Italia, ma fa discutere ancora di più alla vigilia dei giochi Olimpici perché conferma il pericolo del contagio veloce. L’uomo è stato subito isolato e sottoposto alla giusta profilassi, con lui anche la moglie. Si tratta infatti di una coppia giovane, trentenne, che sicuramente ha rapporti sessuali e che potrebbe concepire un figlio. Proprio nelle gravidanze si manifesta il danno peggiore di Zika, sul feto in grembo, con malformazioni e malattie legate allo sviluppo. Dato che abitano nella zona a sud di Modena (l’area compresa tra viale Carlo Alberto Dalla Chiesa, Tobagi, Pio La Torre e Casalegno) ma hanno legami anche a Correggio, la profilassi è stata estesa a tutto il territorio.

Le AUSL informano i cittadini delle zone suddette, rassicurandoli che sugli adulti la malattia non comporta danni gravi ma solo fastidiosa febbre, dolori ossei e muscolari, però bisogna essere attenti se si sospetta di avere un contagio di Zika in atto a non aver rapporti sessuali per qualche tempo. Il sesso è il secondo veicolo di trasmissione del virus. Il primo rimane la zanzara. Per evitare la puntura dell’insetto la prevenzione rimane quella dell’uso di creme repellenti, di non sostare in zone paludose o fangose, di coprirsi bene la sera … anche se si vive in Italia.

admin

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico