Home » Benessere » I nuovi LEA entrano nel vivo

I nuovi LEA entrano nel vivo

farmaci 1

Ecco i nuovi LEA, i livelli di essenziali di assistenza, che cambiano e si trasformano per adattarsi ai tempi nuovi. Le novità riguardano sia il sistema sanitario nazionale che le localizzazioni regionali e prevedono: la fecondazione eterologa rimborsata, accertamenti gratuiti per i celiaci, mezzi per i disabili e l’inclusione di nuove malattie tra quelle curabili a carico dello Stato.

Dopo 15 anni di fermo e di modifiche, dopo lunghi dibattiti sulle varie malattie, finalmente sono stati approvati i cambiamenti che rendono attivi i livelli di assistenza per esempio anche per la epidurale per le donne che partoriscono naturalmente, o per gli screening neonatali e le vaccinazioni gratuite per varicella, pneumococco, meningococco e papilloma virus. Sarà imposto un limite alle analisi per evitare che si abbiano esami inutili e spreco relativo di denaro. Saranno applicati dei tagli, ma non in maniera pesante per l’utenza.

Nel mese di novembre le regioni dovranno verificare sprechi ed entrate nei libri dell’assistenza, che non superino i 771 milioni previsti. Gli eccessi giustificati possono essere rimborsati, ma dopo i controlli di rito. Ci sarà poi un risparmio particolare, quello legato al «meccanismo reflex». Molti degli esami che si fanno spesso di routine, e a volte anche solo per “scrupolo” saranno rimborsati solo se la malattia effettivamente esiste. Cioè, il rimborso avviene solo dopo i risultati ottenuti e solo se si attesta che la malattia è presente. In caso negativo, il rimborso non avviene. Per i medici di famiglia invece meno vincoli: le prescrizioni diventano indicazioni terapeutiche, e si avrà più libertà di movimento.

admin

x

Guarda anche

sesso-1

Sesso: come si misura l’orgasmo femminile

Ma come si fa a capire il piacere delle donne? E’ un problema talmente serio, ...

Condividi con un amico