Home » Benessere » In Australia, l’AIDS è solo un ricordo!

In Australia, l’AIDS è solo un ricordo!

Miracolo! In Australia l’AIDS è solo un ricordo! Sembra forse troppo semplicistico dirlo così, ma davvero agli antipodi la malattia del secolo non sembra più essere una minaccia. E questo non per un colpo di fortuna o per chissà quale ritrovato magico… solo per l’impegno di governo e cittadini nella lotta e nella prevenzione. L’Australia è forse l’unico Paese, oggi, che ha raggiunto l’obiettivo che l’ONU si era imposta trent’anni fa… ovvero avere il 90% dei pazienti con il virus soppresso.

Significa che entro il 2030, in Australia potrebbero non esserci più casi di AIDS in assoluto. Una lezione per tutto il mondo, ma in particolare per noi italiani. Nel nostro Paese, al contrario, non solo non si fa prevenzione in nessun modo (niente preservativi, nessuna attenzione ai partner occasionali, nessun esame del sangue per controllare) ma due sieropositivi su tre non sanno ancora di avere la malattia addosso e sono dunque potenzialmente degli untori attivi. L’Italia sta facendo progressi invidiabili sul fronte della ricerca e delle cure contro l’AIDS, ma a livello di diffusione del messaggio preventivo siamo indietro di mille anni. Come dire, preferiamo curarci dopo piuttosto che evitare di ammalarci…!

Pure in Australia le cure funzionano, ma in quel Paese in più c’è stata grande partecipazione della società. Le comunità di gay e lesbiche, le prime tra cui l’AIDS ha fatto vittime, si sono preparate bene e hanno fatto campagna di prevenzione attiva tra i propri membri ma anche tra familiari e amici. Le scuole hanno partecipato in massa, e così anche le altre associazioni ed enti pubblici. C’è anche da dire che l’Australia, rispetto all’Europa, ha molti meno malati in percentuale. Ma il metodo che hanno usato loro nel loro piccolo si può applicare in grande anche altrove. Per il 2030 c’è ancora tempo, ma se partiamo con molto ritardo difficilmente riusciremo a centrare l’obiettivo. E non si tratta di un premio in denaro ma in vite umane. Dobbiamo iniziare … da ieri!

admin

x

Guarda anche

Cosa è la “depressione da facoltà di Medicina”?

Tranquilli, non è una nuova sindrome, ma un fenomeno da studiare comunque. Si tratta di ...

Condividi con un amico