Home » Benessere » Compiti delle vacanze: fatti bene sono OK

Compiti delle vacanze: fatti bene sono OK

Compiti delle vacanze sì? Oppure no? L’eterna domanda, almeno in Italia, dove la scuola è strutturata su tre lunghi mesi di vacanza. Altrove, dove si chiude solo in agosto, il problema non sussiste. Ma la pausa lunga inevitabilmente abitua i ragazzini alla noia, alla pigrizia, e li disabitua al ritmo che avevano acquisito con le ore scolastiche. Quindi sì, i compiti delle vacanze ci stanno. E si possono fare bene, senza sacrificio.

Alcuni li fanno tutti e subito, altri li lasciano per le ultime due settimane di vacanza. Ma il consiglio degli esperti -pediatri e psigologi- è lo stesso: fateli poco per volta durante tutta l’estate. Poco per volta vuol dire un’ora sola al giorno, o anche un giorno sì e uno no, come una distrazione e non come un obbligo. Se li fate tutti prima toglierete loro il significato, quello di mantenere la mente allenata. Se li fate dopo, alla fine, vi verranno pesantissimi e invece di farvi bene vi confonderanno le idee. Meglio pochi ma costanti. Questi i consigli per genitori e alunni. E per gli insegnanti?

I compiti delle vacanze che possiamo suggerire agli insegnanti sono principalmente letture. La lettura allena la grammatica, fa conoscere cose nuove, porta a ragionare e immaginare. E’ un esercizio completo per la mente. Ma vanno bene anche compiti scientifici strutturati come ricerche o giochi, in modo che diano quella spinta divertente che porta i ragazzi a VOLERLI fare. Preferite compiti sulla carta e non al PC. Il computer inevitabilmente porta i ragazzi a spaziare, ed è facile lasciare la pagina dei compiti per guardare facebook, instagram, la posta elettronica e così via. Niente computer e niente cellulari, i compiti dell’estate devono essere tattili, manipolabili, vivaci … e non un’altra attività sedentaria da aggiungere alla PlayStation!

admin

x

Guarda anche

Per mantenere un viso giovane… non usate il cellulare!

Se volete mantenere un bel viso giovane, senza rughe né doppio mento, fareste bene a ...

Condividi con un amico