Home » Benessere » Servono psicologi! Tre migranti su cinque hanno disagi mentali

Servono psicologi! Tre migranti su cinque hanno disagi mentali

psicologi e migranti

Quando si capirà cosa c’è dietro alle migrazioni di massa africane, al di là delle guerre e della povertà, sarà tardi per salvare loro e noi stessi. Tanti di questi migranti che lasciano i propri paesi scappano già da situazioni di grandissimo dramma che vengono, poi, acuite dal trattamento violento che ricevono prima di essere imbarcati.

Pensate solo alle donne: fuggono da guerra e miseria, vengono catturate in Libia, stuprate e torturate, poi messe in mare (molte già incinte e senza saper nuotare) e affrontano sei giorni di paura totale… e magari altri stupri sulla barca! Pensate ai ragazzini, strappati ai genitori, o che a volte li vedono morire in mare, anche loro percossi e minacciati. Questa infinità di traumi non si risolve con un sorriso, una volta sbarcati. Si radica nel profondo di anima e cervello e rimane a “macerare” a volte anche anni. Per molto meno (un divorzio, la perdita del lavoro) noi occidentali ci trasformiamo in serial killer… immaginate il grado di follia che genera nei più deboli una odissea di orrore come quella che vivono tanti africani.

Il disagio mentale associato all’esperienza migratoria è un fenomeno “sempre più preoccupante”, lo dice Medici Senza Frontiere, con cognizione di causa. E il dramma è che l’Italia, ma forse l’Europa in genere, non è pronta a questo aspetto della cosa. Servirebbero e serviranno sempre più in futuro psicologi e psicanalisti per occuparsi di queste persone. Almeno tre su cinque sviluppano disturbi mentali post traumatici nei primi anni di permanenza nei nostri centri, ma non c’è il tempo di seguirli tutti e di aiutarli. Il rischio è che stiano girando per l’Europa molti soggetti potenzialmente pericolosi, verso se stessi e gli altri, e con nessuno che li assiste. Immaginate adesso quanto sia facile per chi arruola terroristi e kamikaze “coccolare” proprio questi disperati attualmente incapaci di intendere e di volere. La soluzione? Non è certo quella di ributtarli a mare, ma di potenziare l’aiuto psicologico all’arrivo.

admin

x

Guarda anche

Handhold Ice Waffle with Red and Green Ice Cream

Come “svegliare” il cervello la mattina? Mangiando gelato

Dimenticate la pluri-energetica colazione britannica con uova, carne e pane. Dimenticate anche la classica europea ...

Condividi con un amico