Home » Benessere » Essere grassi nuoce gravemente … al portafogli!

Essere grassi nuoce gravemente … al portafogli!

obeso

Se non vi hanno convinto le decine di discorsi e le centinaia di ricerche mediche, che dicono quanto faccia male l’obesità alla salute, magari vi convinceranno le ultime statistiche che rivelano come essere grassi faccia malissimo anche al portafogli! La sedentarietà, da lavoro e da computer nel tempo libero, sta diventando un’epidemia e non solo nei Paesi industrializzati.

Ma quel che molti non sanno è QUANTO COSTA alla società ogni persona che si ammala e deve curarsi per colpa dell’eccessivo sovrappeso. Uno studio australiano si è fatto quattro conti in tasca e ha visto che per l’obesità si spendono in un anno circa 67 miliardi di dollari! Questa spesa comprende: costi sanitari diretti (le cure), costi indiretti (la perdita di produttività sul lavoro che gli obesi malati lasciano) e i costi relativi anche alle troppe riserve di cibo che consumano! I dati, relativi al 2013, sono andati crescendo negli ultimi tre anni.

Per ottenere questi dati l’Università di Sidney ha analizzato ben 142 Paesi, ovvero il 93% della popolazione mondiale, considerando le malattie legate alla sedentarietà (infarti, ictus, diabete di tipo 2, cancro al seno e cancro al colon) e i relativi costi rispetto anche al reddito medio di quel Paese. Sommando poi gli anni di vita potenziale previsti per chi vive in quel certo contesto e gli indici di mortalità si è ottenuto il risultato, negli anni, delle spese effettuate. Si tratta di cifre astronomiche, irripetibili, che oltre a pesare sul Paese sconvolgono tutte le entrate dei cittadini, inclusi gli obesi. Dunque, curare la linea del proprio corpo non è una questione di bellezza o di accettazione di sé. E’ una importante problematica di salute che diventa anche un peso economico per tutti, non solo per chi è grasso…

admin

x

Guarda anche

eiaculazione-problema

Sesso: come curare l’eiaculazione precoce in modo naturale

L’eiaculazione precoce è un problema di molti uomini, non soltanto giovani! E’ un disturbo che ...

Condividi con un amico