Home » Benessere » Psicologia: il divorzio arriva col “cambio di stagione”

Psicologia: il divorzio arriva col “cambio di stagione”

Università di Washington, settore di ricerca in campo psicologico: da qui parte uno studio davvero unico al mondo che vorrebbe a modo suo indagare il perché di tanti divorzi e soprattutto le cause. Potrebbero esserci delle cause “ambientali e climatiche”? Pare di sì, secondo il professore associato di sociologia Julie Brines, e il dottorando Brian Serafini, che hanno analizzato diversi dati nel corso di 14 anni (tra il 2001 e il 2015).

Si divorzia di più nei mesi del “cambio di stagione”, in particolare a marzo e ad agosto. E le motivazioni a quanto pare sono più che valide, spiegate dagli esperti. Il cambio di stagione impone decisioni che devono poi valere per un lungo periodo a venire e così come decidiamo di dimagrire in vista della prova costume anche la vita sentimentale va sistemata prima della stagione nuova. Come diceva Claudia Gerini in “Sono pazzo di Iris Blond”: E’ ARRIVATO IL TEMPO DELLA POTATURA.

A quanto pare per chi divorzia in marzo le cause sono da ricercare nella pigrizia invernale che frena un po’ lo slancio di cercare un avvocato, affrontare discussioni e traslochi eccetera. Ma è anche vero che in inverno c’è Natale e chi vorrebbe mai divorziare durante la festa della bontà? O vi ci vedete a divorziare per San Valentino? Così si aspetta marzo, lungo, noioso e anonimo. Mentre chi decide di lasciarsi in agosto lo fa per i bambini… per evitare di traumatizzarli a inizio scuola. In agosto c’è il tempo di assimilare, di trasferirsi e di cercare, se è il caso, una scuola in una città nuova. Ma i divorzi in aumento in agosto sono anche segno di un accumulo di stress: stress da lavoro, stress da partenza, vacanze deludenti e stressanti… intenso desiderio di cambiar vita. E di farlo con un avvocato divorzista accanto.

admin

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico