Home » Benessere » Infezione scambiata per tonsillite: un bambino rischia di morire

Infezione scambiata per tonsillite: un bambino rischia di morire

MALASANITA’ IN INGHILTERRA, una volta tanto non tocca all’Italia far la parte della peggiore, anche se su queste notizie c’è poco da consolarsi. Quando un danno come questo riguarda un bambino siamo tutti colpevoli, come società disattenta. Il piccolo Reuben, 3 anni, di Ipswich (Inghilterra) infatti dovrà passare il resto della sua vita senza gambe e senza alcune dita delle mani.

Tutto comincia lo scorso anno, in luglio. Il bambino finisce al pronto soccorso per un taglio procuratosi durante un gioco con i compagnetti. Curato, torna a casa ma il suo corpo sviluppa presto una forte febbre. La madre lo riporta in ospedale, accennando anche all’incidente, ma gli esami dei medici valutano la febbre come “tonsillite”. Il bambino avrà preso freddo, sarà stato il condizionatore… insomma niente di grave, solo qualche giorno di letto. Ma Reuben non migliora, anzi… la febbre sale ancora di più. Gli antibiotici non possono nulla e il bimbo arriva in punto di morte.

Ricorverato in rianimazione, si scopre che la febbre è causata da una forte infezione sopraggiunta durante le cure (poco attente) della ferita precedente. L’infezione ha attaccato dunque tutto il corpo e ormai ha devastato buona parte degli arti del bambino, soprattutto le gambe. Per evitare la morte si è dovuto amputare. Solo così il bimbo è guarito, ma per molti mesi l’ospedale britannico non ha riconosciuto i propri errori invocati invece sempre dai genitori. Lo ha fatto adesso, dopo un anno, e dovrà per questo pagare un sostanzioso risarcimento. Perché con un minimo di attenzione in più si poteva evitare tanto dolore e una vita da disabile per un ragazzino così piccolo.

admin

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico