Home » Benessere » Cuore a un solo ventricolo, trapianto salva una bimba

Cuore a un solo ventricolo, trapianto salva una bimba

Era nata con una malformazione cardiaca importante: il suo piccolo cuore aveva un solo ventricolo per cui non pompava bene il sangue in circolo. Era un dramma che Licia (nome di fantasia), una bimba di sei anni, si portava dentro da sempre e che è stato risolto con un intervento “diluito” nel tempo che non ha paragoni nel mondo. Ci si è subito accorti del problema, ovviamente, e la prima operazione Licia l’aveva subita a poche settimane dalla nascita.

Non era stato abbastanza, però, e si era dovuto tornare a intervenire quando aveva 6 mesi e quando ha compiuto 4 anni. In questo modo le si è permesso di stabilizzarsi quanto basta per crescere, ma non era ancora al sicuro. La sua vita era sempre appesa a un filo. L’unica soluzione era un trapianto di cuore, anche perché di recente la bimba aveva subito un arresto cardiaco che aveva costretto i medici a metterla in circolazione extracorporea per giorni. Il cuore era inutilizzabile e bisognava assolutamente sostituirlo. In attesa di un miracolo, insomma, che finalmente è avvenuto.

Ma per arrivare all’operazione finale, Licia ha dovuto subire un altro lunghissimo processo. Un cuore artificiale, prima attivato grazie ai macchinari, poi lasciato battere autonomamente e rinnovato man mano che rischiava di scaricarsi. La notizia del cuore umano disponibile è giunta ora, per il suo 6° compleanno, in luglio. A quanto pare l’operazione è riuscita e fino ad oggi non ci sono complicazioni particolari. Se tutto proseguirà come sperato, Licia potrà crescere e vivere una vita iniziata con un poco di ritardo, sì, ma sempre degna di essere goduta! Un successo per l’Ospedale Regina Margherita di Torino, che si va ad aggiungere ai tanti altri successi che dal 2002 al 2015 hanno caratterizzato i trapianti in Italia: 2089 trapianti di organo in età pediatrica di cui 312 di cuore, 37 dei quali presso la Cardiochirurgia Pediatrica del Regina Margherita.

admin

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico