Home » Benessere » I medici di Amatrice in cerca di sostegno

I medici di Amatrice in cerca di sostegno

Le categorie si aiutano tra sé, anche se la solidarietà degli italiani è stata massima e piena. Non tutti gli aiuti terranno conto delle esigenze particolari, dopo il devastante terremoto di Amatrice (290 morti) e alcune persone invece ne hanno bisogno più di altre. La categoria dei medici di famiglia, per esempio, troverà enormi difficoltà a riprendere il lavoro nelle città terremotate.

Per loro si sta muovendo l’associazione di categoria, la SIMG, che ha chiesto ad associati di tutta Italia e ai cittadini che lo vorranno di partecipare al sostegno dei colleghi con una colletta speciale. “Invitiamo tutti i colleghi e i cittadini a contribuire con risorse personali” ha detto il presidente della Simg, Claudio Cricelli. “La nostra solidarietà ai concittadini colpiti dal sisma deve trovare espressione concreta attraverso gli strumenti e le risorse che ci sono propri . Non è un gesto di chiusura come potrebbe sembrare inizialmente, ma anzi pensando loro stessi ai colleghi tolgono ulteriori pesi dalle spalle dei cittadini donatori.

Inoltre, i medici sanno quali sono le esigenze di altri medici per questo fin da subito si è pensato a fornire ai colleghi di Amatrice e delle altre cittadine crollate supporto professionale sotto forma di apparecchiature specifiche, o sotto forma di ricostruzione degli archivi clinici perduti. Ci tengono i dottori a dire che non si tratta di un atto straordinario, ma del minimo che ogni collega farebbe per l’altro. Sono stati mobilitati tutti i medici generici a “contribuire con risorse personali, attraverso piccole o grandi donazioni” che saranno gestite e rese pubbliche, nel massimo della trasparenza, dalla giunta esecutiva nazionale. Le donazioni possono essere effettuate sul conto corrente della SIMG, causale Donazione Sisma – Banca di Credito Cooperativo di Cambiano Filiale n.3 Agenzia n. 12 Firenze. IBAN IT70Y0842502800000031116379.

admin

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico