Home » Benessere » Prevenzione cardiaca: la lezione di Ferrara

Prevenzione cardiaca: la lezione di Ferrara

Grande lezione al mondo dalla città italiana di Ferrara che ha sposato pienamente la via della prevenzione e della buona salute. Come è stato detto al Congresso dell’European Society of Cardiology, in corso a Roma, da settembre in poi Ferrara diventa “Città della Prevenzione” e sarà additata come esempio da tutti. In mezzo a tanto parlare a vuoto, la città ha deciso di passare ai fatti e si è data sei anni di tempo per dimostrarli.

Le malattie cardiache e vascolari, in occidente, sono ormai a livelli incontrollabili e presentano cifre simili a una vera e propria epidemia per cui l’unica soluzione sono le visite di controllo e soprattutto il cambiamento dello stile di vita. Ferrara con i suoi 130.000 abitanti, la sua università importante e lo stile di vita a misura d’uomo è la base perfetta per dimostrare come si fa nel concreto a proteggersi dalle malattie cardiache. “Città di biciclette”, quindi del sano movimento, è anche una grande produttrice di frutta, verdura e possiede aziende di inscatolamento del pesce azzurro.

Se a questo si aggiungerà la buona volontà degli abitanti a seguire i consigli dei cardiologi europei in sei anni -tanto dura il progetto- si potranno raccogliere dati sulla prevenzione delle malattie cardiache utili per tutto il pianeta. A partecipare, prima su tutti, la ASL locale, poi il Comune e i medici e le scuole del territorio. Ci saranno iniziative come le camminate per il cuore, le App della salute, giochi e consigli in laboratori aperti e così via. Ma Ferrara non punta solo sulla salute del cuore. Si sta pensando di allargare l’idea anche alla prevenzione oncologica, il che include anche una politica della salute contro eccessi di fumo e di alcol.

admin

x

Guarda anche

Ricerca: ecco come una persona paralizzata torna a bere il caffé

Se ne parlava da diverso tempo, di questo “esoscheletro elettronico”, ovvero una sorta di struttura ...

Condividi con un amico