Home » Benessere » “Niente chemio”, ragazza muore a 18 anni. Le ragioni dei genitori

“Niente chemio”, ragazza muore a 18 anni. Le ragioni dei genitori

leucemia cure alternative

Eleonora muore a 18 anni di leucemia, senza mai aver nemmeno tentato una seduta di chemioterapia. Il Corriere del Veneto riporta l’intervista ai genitori, accusati dai medici di Padova di aver costretto la figlia a rinunciare alle cure che avrebbero potuto salvarla. Ma Lino e Rita, il padre e la madre distrutti che hanno già perso un figlio prima di Eleonora, spiegano le proprie ragioni con forza.

“Mia figlia ha rifiutato soltanto la chemioterapia. E l’ha fatto perché aveva visto morire una sua cara amica, con la quale condivideva la classe e il gruppo scout” dichiara il papà di Eleonora, assicurando che la ragazzina ha fatto una scelta consapevole, dettata dalla maturità di chi ha già affrontato la morte di due persone care (appunto, amica e fratello). E a chi li accusa di essere seguaci delle non meglio specificate “terapie del dottor Ryke Geerd Hamer”, il signor Lino replica con sdegno: “Questo medico tedesco si è limitato a scoprire le leggi biologiche per le quali ci ammaliamo, non ha mai suggerito dei metodi di cura”.

Perché Eleonora si è curata, anche se lo ha fatto in Svizzera e con metodi diversi da quelli soliti. Non ha fatto la chemio ma ha seguito altre terapie oncologiche conosciute, ma forse più adatte ad essere tollerate dal corpo di una adolescente sul quale, si dice, la chemioterapia non funziona come dovrebbe. La fuga in Svizzera è stata anche dovuta, dice il padre, dalla pressione di avvocati e medici che insistevano per far cambiare idea a Eleonora. E i genitori assicurano che dopo i primi trattamenti a base di solo cortisone, la ragazza era migliorata tantissimo (le analisi lo dimostrano). Poi la ricaduta e la morte, una situazione dovuta secondo la famiglia all’eccesso di stress a cui la giovane è stata sottoposta al suo rientro in Italia. In quelle condizioni le cure “alternative” funzionano solo se il soggetto è sereno e grintoso… ma Eleonora viveva con ansia tutte le accuse piovute addosso ai genitori. In tutto questo però il signor Lino ammette di avere delle idee ben precise sulla guarigione dal tumore: “Il nostro corpo è perfetto e se promuove un tumore è solo per darsi un aumento di funzione. E’ una prova. Chi la supera diventa un uomo nuovo, chi non la supera muore”.

admin

x

Guarda anche

lite-3

Ecco come la rabbia danneggia il sonno (e la salute)

Se la notte porta consiglio, è bene che questa sia serena. Anche dopo una furiosa ...

Condividi con un amico