Home » Benessere » Epatite C: la nuova cura funziona, ma non per tutti

Epatite C: la nuova cura funziona, ma non per tutti

ospedale

L’epatite C è una malattia che affligge il fegato e che, se trascurata o curata male, può avere sviluppi molto gravi arrivando fino al cancro. Difficile da gestire e da curare, questa malattia viene studiata da anni e attualmente pare che nuovi farmaci di ultima generazione stiano avendo effetti positivi. Farmaci intelligenti ma molto costosi, che l’Italia si è potuta permettere in poche quantità (destinate ovviamente ai malati gravi su tutti).

LE INFORMAZIONI
Il problema è che ancora nel Paese persisotno scarse informazioni sulle nuove terapie,
i malati si sentono abbandonati e continuano a fare i loro viaggi della speranza ma solo uno su quattro si informa veramente sui nuovi farmaci. Per risolvere queste lacune è stato avviato il programma nazionale “Epatite, C siamo!” promosso da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato. La gente non soltanto dovrebbe sapere di più su malattia e farmaci ma anche sui centri di cura nella propria regione o su come raggiungere quelli più validi, nel resto del territorio nazionale. Si informa anche sui “viaggi della speranza” che in alcuni casi indicano in Paesi come l’India il punto di riferimento (con molti dubbi a riguardo!).

LE REGIONI
Da circa un anno, le regioni italiane si sono adeguate alle direttive AIFA per trattare l’epatite C
(che è una malattia contagiosa, tra l’altro). Tutte hanno emanato delibere e hanno individuato i centri abilitati alla prescrizione dei nuovi farmaci sebbene persistano le solite differenze territoriali che vedono, ad esempio, alcune province del Lazio completamente sprovviste a fronte di intere aree del nord dove i farmaci si trovano facilmente. A ciò si aggiungano le liste d’attesa che portano anche a delusioni pesanti per i malati: solo lo scorso anno su 10 centri di cura intervistati risultavano senza terapia 3770 persone, di cui 1401 in lista di attesa e 2369 respinte.

admin

x

Guarda anche

Handhold Ice Waffle with Red and Green Ice Cream

Come “svegliare” il cervello la mattina? Mangiando gelato

Dimenticate la pluri-energetica colazione britannica con uova, carne e pane. Dimenticate anche la classica europea ...

Condividi con un amico