Home » Benessere » Psicologia: limitare l’autonomia degli adolescenti?

Psicologia: limitare l’autonomia degli adolescenti?

In tempi di poca sicurezza, e con le scuole investite di enormi responsabilità, fa stranamente discutere la decisione di una preside di Bergamo relativa ai propri alunni della scuola media. I ragazzini, di età compresa tra 11 e 14 anni, potranno uscire da scuola a fine lezioni solo e soltanto se uno dei genitori (o chi per loro) sarà presente in strada ad attenderli.

Sembrerebbe in realtà una bella idea, per evitare bravate, fughe, ritardi o altri motivi di insicurezza per i giovanissimi ma non tutti si sono trovati d’accordo, invece. “Preso atto della vigente legislazione in materia di responsabilità per la vigilanza, la sorveglianza e l’assistenza nei confronti di soggetti minori (fino a 14 anni) si comunica ai genitori che per il corrente anno scolastico, il ritiro alla fine delle attività didattiche di tutti gli alunni della scuola secondaria di primo grado dovrà avvenire attraverso accompagnamento dei genitori (o di un incaricato maggiorenne), in quanto minori di 14 anni”. Davanti a queste parole, qualcuno storce il naso.

Il comune, per esempio, che in questo annuncio vede una denuncia velata alla pericolosità del territorio. Pericolosità che sindaco e assessori non vedono e non vogliono avallare. Anzi, dichiarano che “Il tema dell’autonomia dei ragazzi all’uscita della scuola ci riguarda perché è strettamente legato anche a come è la città al di fuori della scuola”. E i genitori? In tanti sono d’accordo, ma tanti altri hanno da ridire. Che ne è dell’incoraggiamento all’autonomia? E soprattutto, fuori da ogni discorso etico, come ci si organizza con il lavoro che non consente di essere sempre presenti all’orario dell’uscita? Una serie di tematiche da discutere bene se si vuole accontentare tutta la città.

admin

x

Guarda anche

Per mantenere un viso giovane… non usate il cellulare!

Se volete mantenere un bel viso giovane, senza rughe né doppio mento, fareste bene a ...

Condividi con un amico