Home » Benessere » SLA, torna la Giornata Nazionale il 18 settembre

SLA, torna la Giornata Nazionale il 18 settembre

Sclerosi Laterale Amiotrofica, colpisce già 420.000 persone nel mondo oggi e i dati sono destinati a salire prima del 2040. In Italia riguarda 6.000 persone di cui la maggior parte sono donne. Come la sclerosi multipla anche questa malattia ha cause misteriose, nessuno sa perché viene e quando viene, ma colpisce indistintamente tutti. La ricerca è attivissima in tal senso, ma ancora molto c’è da fare e per questo le giornate dedicate aiutano a raccogliere forze e fondi.

IL VINO CONTRO LA SLA
Domenica 18 settembre ricorre la IX Giornata Nazionale per la SLA durante la quale si raccoglieranno ancora soldi, ma si daranno in cambio informazioni e aiuti, anche a chi è perfettamente sano. Conoscere le malattie significa anche aiutare altri non soltanto capire, ed è questo che serve, tra tante cose… persone che sappiano come alleviare le sofferenze del prossimo. Come tutte le iniziative di AISLA (l’associazione italiana che si occupa della malattia) non viene dato niente per niente… infatti il motto è “Un contributo versato con gusto”. Per sole 10 euro si avrà in cambio una buona bottiglia di vino piemontese (grazie al supporto di Regione Piemonte, Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato e della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti).

IL SIGNIFICATO DI UNA DATA
Il 18 settembre è da dieci anni la Giornata Nazionale contro la SLA perché fu proprio in questa data nel 2006 che i malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica per la prima volta scesero in piazza per “farsi conoscere”. In dieci anni la ricerca ha già fatto moltissimo, ma siamo ancora lontani dalla soluzione definitiva di una malattia che lascia dietro di sé ancora troppi perchè. Mentre la scienza lavora in silenzio, la AISLA lo fa alla luce del sole ogni giorno. Con le prime raccolte si è attivato il progetto “Operazione Sollievo” che comporta “attività gratuite a sostegno delle persone con SLA, come consulenze psicologiche, legali e fiscali e contributi economici per le famiglie in difficoltà”. Solo con la raccolta di un anno, quella del 2014, per esempio AISLA ha potuto donare sollievo e supporto a 200 famiglie di malati. Quest’anno si spera di battere anche questo record.

admin

x

Guarda anche

Per mantenere un viso giovane… non usate il cellulare!

Se volete mantenere un bel viso giovane, senza rughe né doppio mento, fareste bene a ...

Condividi con un amico