Home » Benessere » Attenti al “mal di sushi”

Attenti al “mal di sushi”

sushi-malattia

Se vi piace il cibo giapponese e il sushi in particolare, attenzione! Soprattutto attenzione a mangiarlo in Lombardia dove da alcuni giorni sono aumentati i ricoveri in ospedale per malori dovuti alla cosiddetta Sindrome Sgombroide. Questo disturbo, che nasce soprattutto dalle cattive condizioni del pesce crudo a causa della cattiva conservazione, provoca forte nausea, mal di testa, rossore della pelle su viso e collo, ma può anche sfociare in gonfiori all’esofago che fanno rischiare il soffocamento. Milano e Bergamo ne stanno pagando le conseguenze.

I problemi del pesce crudo

Si sa che il pesce crudo, di cui il sushi giapponese è composto, può essere già di per sé pericoloso perché gli agenti inquinanti che contiene non vengono eliminati dalla cottura. O potrebbe avere dei parassiti o altri problemi dovuti alla sua “crudità”, problemi che peggiorano se viene conservato male nei locali che lo servono. Gli ospedali milanesi e quello di Bergamo hanno registrato diversi casi di Sindrome Sgombroide il che proverebbe che nella regione esiste una partita di sushi che sta andando a male a causa della cattiva conservazione. Occorre trovarla e intervenire e nel frattempo evitare di mangiare questi prodotti. Il problema non riguarda però solo il tonno, con cui viene preparata la pietanza giapponese, ma anche altri tipi di pesce come il pesce azzurro o il pesce spada.

Già l’anno scorso nella sola Milano si erano avuti ben 47 ricoveri per malori legati al consumo di pesce crudo. Nel 2016 i casi erano stati 38 fino a pochi giorni fa, ora se ne sono aggiunti altri 7. L’aumento della casistica è dato non soltanto dai problemi di conservazione del cibo ma anche dall’aumento del consumo dovuto alla “moda”. Un tempo si consumavano solo cibi locali, e tutto ciò che era esotico era per pochi eletti … oggi, soprattutto nelle metropoli, si tende ad assaggiare di tutto. E così vengono allo scoperto queste piccole e grandi anomalie nel commercio e nel trattamento del prodotto. Gli esperti e i medici consigliano di evitare di consumare sushi fino ad emergenza finita e in futuro di consumarlo sempre e soltanto nei ristoranti di fiducia in cui si è già mangiato con ottimi risultati.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

eiaculazione-problema

Sesso: come curare l’eiaculazione precoce in modo naturale

L’eiaculazione precoce è un problema di molti uomini, non soltanto giovani! E’ un disturbo che ...

Condividi con un amico