Home » Benessere » Importante intervento a Napoli per ridare l’udito a un bambino

Importante intervento a Napoli per ridare l’udito a un bambino

chirurgia-2

Si sta svolgendo, forse proprio in queste ore, all’ospedale “Santobono” di Napoli un intervento unico definito anche “pionieristico” per ridare l’udito a un giovanissimo paziente. L’equipe del dottor  Antonio Della Volpe, responsabile U.O.S.D. Chirurgia protesica della Sordità infantile, interverrà infatti per correggere una rarissima malformazione congenita della coclea che rende il bambino completamente sordo. Una operazione complessa, che prevede anche l’utilizzo di un apparecchio prodotto dalla nota azienda MED-EL.

Soluzioni innovative

Durante l’intervento, il chirurgo inserirà nell’impianto uditivo del piccolo paziente un elettrodo speciale, personalizzato ed ideato appositamente da MED-EL, leader tecnologico mondiale nel campo degli impianti per l’udito, che “da sempre è al lavoro per raggiungere nuovi standard e creare soluzioni innovative che rispondano alle esigenze personali di ogni paziente, soprattutto i più piccoli”, come afferma la co-fondatrice dottoressa Ingeborg Hochmair. Al progetto sta partecipando anche la Fondazione Akusia Onlus, di Milano, che finanzia interamente il dispositivo e l’operazione. La Fondazione è anche impegnata nella ricerca in questo campo.

Aiutare l’eccellenza

La Fondazione ha dichiarato con orgoglio di aver scelto questo progetto  perché ha fiducia “nel Dott. Della Volpe, nella sua equipe e nella struttura ospedaliera Santobono , che è fra le eccellenze del nostro Paese e il Dott. Della Volpe è tra i migliori chirurghi e pionieri in questo campo.”. I risultati dell’intervento saranno noti solo tra alcuni giorni e in ogni caso il bambino comunque dovrà sottoporsi a controlli, in futuro. Ma uno dei vantaggi di aver usato uno dei dispositivi di MED-EL è che anche se dovesse sottoporsi a risonanza magnetica potrà farlo in sicurezza, senza disagi e problemi. Per chi volesse conoscere meglio la Fondazione Akusia, che tra l’altro svolge attività finalizzate alla divulgazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle problematiche relative alle patologie limitative delle capacità comunicative di qualsiasi genere, basta cliccare sul sito www.akusiaonlus.it

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

eiaculazione-problema

Sesso: come curare l’eiaculazione precoce in modo naturale

L’eiaculazione precoce è un problema di molti uomini, non soltanto giovani! E’ un disturbo che ...

Condividi con un amico