Home » Benessere » Finalmente fondi alla Sanità. Partono le assunzioni

Finalmente fondi alla Sanità. Partono le assunzioni

lorenzin

Da 111  miliardi di euro a 113 miliardi. Non poteva sperare di meglio il ministro della Sanità, Beatrice Lorenzin, che si aspettava il solito taglio di inizio autunno, come ormai la manovra politica annuale ci aveva abituato. Invece in questa fine 2016 il taglio non arriva, anzi… arrivano fondi nuovi e consistenti che permetteranno in primis la campagna di vaccinazione come si deve e poi l’assunzione di oltre 7000 precari della sanità. E non solo … nuovi farmaci, e la ricerca su tutto.

Trovare le coperture

“Abbiamo dovuto trovare le coperture, è stato un lavoro di giorni. Ma erano due anni che lavoravamo sugli obiettivi del patto per la salute che Renzi, io e tutto il governo consideriamo cruciali”,  ha detto il ministro lasciando intendere che è stata davvero una lotta e per fortuna ha avuto un lieto fine. La Sanità italiana non avrebbe sopportato altre delusioni e altre mazzate tra capo e collo. Lo scorso anno con 800 milioni si erano potuti stabilizzare i LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) oggi si completerà il lavoro dando finalmente sicurezza economica a molti lavoratori e sicurezza sanitaria ai pazienti. L’obiettivo che i fondi aiuteranno a gestire è quello della cura di una popolazione sempre più anziana e l’introduzione di farmaci per nuove patologie fino a poco tempo fa non considerate.

La suddivisione

Come verranno suddivisi questi 2 miliardi in più? Per esempio, 500 milioni andranno al fondo per le malattie oncologiche, altri 500 milioni per la cura sulla epatite C, 300 milioni per le assunzioni suddivise in più anni (significa un incremento di quasi 4000 infermieri e 3000 nuovi dottori). E poi farmaci e vaccini. Non solo la campagna anti influenzale che è fondamentale, ma anche quelle per le malattie esantematiche e per Hpv ed epatiti. L’Italia è indietro di anni sulla prevenzione di morbillo, pertosse, rosolia e simili… col rischio di creare vere e proprie pandemie di queste malattie che, se prese da adulti, possono avere anche esiti mortali.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

denti-2

Come funziona, in Friuli, la “odontoiatria sociale”

Dopo gli orti sociali e gli alloggi sociali, anche la medicina si apre al mondo ...

Condividi con un amico