Home » Benessere » LILT e Bridgestone a Milano contro il tumore al seno

LILT e Bridgestone a Milano contro il tumore al seno

lilt

E’ successo il giorno 1 ottobre, a Milano,  in piazza Sempione. E’ stato una sorta di “flash mob” più che organizzato, voluto dalla Lega Italiana Lotta ai Tumori e dalla Bridgestone, partner da molti anni delle campagne informative della LILT. Un piccolo spettacolo che ha avuto una forte eco e che per una sera (dalle 16 alle 18) ha lasciato piacevolmente stupiti i milanesi di passaggio. Il tema era quello della salute, dell’attenzione verso se stessi … anzi, SE STESSE.

Le donne protagoniste

Sono state le donne le protagoniste dell’evento, non solo perché la campagna informativa riguardava il tumore al seno e in generale le patologie neoplastiche femminili ma anche perché le donne italiane, pur essendo di norma molto attente alla salute di tutta la famiglia, sono proprio quelle che hanno meno tempo da dedicare a se stesse. Infatti il video realizzato per l’occasione si apre con una ragazza che dichiara: “Non ho mai tempo”. Troppo lavoro, troppi figli, troppa cura della casa… e poi? Si pensa a fare star bene loro ma noi non ci controlliamo, non ci curiamo, pensando “lo farò poi”. E se “poi” fosse troppo tardi?

Una orchestra particolare

Le ragazze che hanno partecipato all’evento (le chiamiamo “ragazze” ma c’erano donne di tutte le età) sono state suddivise per colori e in base al colore ognuna brandiva dei tubi colorati pure loro. I tubi erano di vario spessore, così da creare suoni diversi. E con la direzione di un direttore di orchestra hanno “suonato” L’INNO ALLA GIOIA di Beethoven. Il messaggio è chiaro: per aver cura di sé, per curarsi e vincere certe malattie occorre coraggio, forza fisica ma anche animo positivo. L’inizio dell’inno dice chiaramente:  “O amici, non questi suoni! Ma intoniamone altri più piacevoli, e più gioiosi”. Nessun messaggio poteva essere migliore per far passare l’appello di Bridgestone e LILT, un incitamento alla vita:  “Batti il cancro al seno”! Perché oggi SI PUO’.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

sangue-2

Sangue artificiale: adesso è realtà

Se ne parlava da moltissimo tempo, non tanto per sostituire quella grande azione generosa che ...

Condividi con un amico