Home » Benessere » Oggi il BRA DAY, per parlare di ricostruzione del seno

Oggi il BRA DAY, per parlare di ricostruzione del seno

seno-1

BRA DAY è un gioco di parole. In inglese, “bra” significa “reggiseno” ma in questo caso è una sigla che indica la “Breast Reconstruction Awareness” cioè la  “Consapevolezza sulla Ricostruzione Mammaria”. Per il quinto anno consecutivo si è deciso di dare una intera giornata a questo argomento che non riguarda più soltanto chi vuole aumentarsi le misure del seno ma tantissime donne che hanno dovuto asportarlo per colpa di un tumore. Perché oggi di tumore al seno si guarisce, ma spesso si guarisce menomate.

Convegni per capire

La giornata di oggi, 19 ottobre, vuole ricordare la ricostruzione del seno in tutta Italia e nel mondo. A Roma si terrà un convegno al Gemelli per parlare di come oggi le donne affrontano il tumore, ma altri eventi si terranno in contemporanea anche a Palermo, Bologna, Milano, Forlì, Modena, Verona e Trento. Nel capoluogo siciliano, per esempio, verranno premiati  i vincitori del concorso letterario “Quelle BRAve ragazze” una iniziativa che voleva coinvolgere donne operate o i loro parenti, vedendo nella scrittura anche una terapia liberatoria per chi ha subito il tumore al seno.  I racconti provengono da pazienti, da loro amici e parenti ma anche da medici che hanno testimoniato le ricostruzioni del seno.

Oncologi e chirurghi plastici

Al giorno d’oggi, diversi oncologi e senologi si stanno specializzando anche in chirurgia plastica proprio per poter seguire le proprie pazienti di persona in tutto il percorso post tumorale. La fiducia nel medico che ti ha operata e liberata dal tumore prosegue nella fase della ricostruzione che può avvenire con l’inserimento di protesi, o con il “riempimento” utilizzando lo stesso grasso della paziente. Insomma tanti metodi per tornare belle come prima. E per chi ha paura dell’intervento e non vuole affrontarlo, esistono oggi anche delle protesi esterne per ridarvi un seno florido pur non avendolo. A Roma esiste una   Fondazione Beautiful After Breast Cancer, fondata nel 2011 dal celebre chirurgo plastico belga Phillip Blondeel e presieduta in Italia dal responsabile dell’Unità di chirurgia Plastica e Ricostruttiva del Policlinico Gemelli, Prof.ssa Marzia Salgarello,  che mira a informare le donne proprio su tutte le nuove tecniche per tornare ad essere bellissime perfino dopo il cancro. L’ottimismo è l’arma migliore, insieme alla informazione.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

verdure-1

Sarà vero? Come capire quali alimenti fanno davvero bene

Il caffè fa bene alla salute, no, anzi, distrugge il cuore. Il cioccolato devasta i ...

Condividi con un amico