Home » Benessere » Dormo poco e sto bene. Ecco perchè

Dormo poco e sto bene. Ecco perchè

Il sonno è salute, il sonno è sacro. Lo sappiamo tutti e ce lo ripetono in continuazione. Durante il sonno riposa il corpo e anche il cervello recupera energie per poter affrontare meglio il giorno dopo, e chi dorme tanto rischia meno di ammalarsi di problemi di cuore o di depressione. Eppure, con tutta la buona volontà, ci sono persone che NON RIESCONO a dormire le classiche e utili otto ore di sonno. Devono dormire molto meno.

C’è chi dorme meno di 7 ore a notte

Ma la carenza di sonno non le fa star male, anzi… per loro, cinque o sei ore a notte bastano e avanzano. Come mai? Se lo è domandato la università americana dello Utah, studiando le risonanze magnetiche nucleari di 1200 persone suddivise in tre gruppi:  il primo formato da chi dormiva un numero sufficiente di ore per notte, l’altro da chi dormiva meno di 7 ore e accusavano sonnolenza durante il giorno, e infine coloro che stavano benissimo pur dormendo meno di 7 ore . Gli ultimi due gruppi erano, ovviamente, i poli di interesse maggiori per i ricercatori che si sono concentrati principalmente sul loro cervello scoprendo cose molto interessanti.

C’è chi dorme in piedi

In questi soggetti, lo studio ha evidenziato migliori connessioni cerebrali tra la regione della corteccia che processa le informazioni sensoriali provenienti dall’esterno  e la regione associata alla memoria. Molte di queste persone però recuperavano il sonno perso di notte con brevi pisolini sparsi durante le ore del giorno, ad esempio dopo pranzo o tra le ore di ufficio. Li chiamano “microsonni” perché pur chiudendo gli occhi soltanto 20 minuti la sensazione che provano è quella di aver riposato due ore piene. Altri, invece, riescono a… dormire da svegli! Infatti, durante le risonanze effettuate in periodo di veglia, il cervello mostrava tutti i segni di uno stato di riposo. I rischi che corrono queste persone, mentre guidano o lavorano, sono ovviamente doppi rispetto a chi riposa bene. Forse il loro benessere non è del tutto sano, se il cervello “dorme da sveglio” e quindi il consiglio è di rivolgersi agli specialisti dei disturbi del sonno … anche solo a titolo informativo o di curiosità. Forse si scopriranno modi interessanti per farsi aiutare.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ricerca: ecco come una persona paralizzata torna a bere il caffé

Se ne parlava da diverso tempo, di questo “esoscheletro elettronico”, ovvero una sorta di struttura ...

Condividi con un amico