Home » Benessere » Realtà virtuale per vedere il “ritocchino” prima dell’operazione

Realtà virtuale per vedere il “ritocchino” prima dell’operazione

La chirurgia estetica non è una scienza perfetta, ma è comunque un intervento chirurgico quindi qualcosa di pesante. Ciò significa che se si sbaglia qualcosa, e si deve “tornare indietro”, la persona deve sottoporsi a nuove anestesie, nuovi tagli, nuova convalescenza con un notevole rischio anche della vita. Sono tanti i pazienti che si sono dovuti “tenere” un errore estetico proprio per non sottoporsi nuovamente a un rischio del genere con tutto il dramma legato a questo … delusione, depressione, perdita della sicurezza in se stessi.

Una tecnica già nota

Per fortuna oggi siamo nel XXI secolo, il secolo dei computer e della alta tecnologia e molti medici già lo sanno. Grazie a macchinari ultramoderni, che simulano la realtà, i chirurghi si preparano alle operazioni tramite dei videogames che riproducono esattamente il corpo su cui vanno a intervenire. In tal modo la mano sarà più sicura, l’intervento più breve e le conseguenze meno pesanti. Questa tecnica “virtuale” già nota, adesso sarà usata anche per la chirurgia estetica e non soltanto per il bene del medico e per la sua sicurezza ma soprattutto per quella dei pazienti.
Il seno nuovo visto in 3D
 “La possibilità di ricostruire un’immagine 3D del paziente e di modificarla sta cambiando il modo in cui approcciarsi a un consulto specialistico e a un’eventuale procedura chirurgica” ha detto alla stampa Alessandro Casadei, vicepresidente dell’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe). Ciò significa che le pazienti -ma anche i pazienti maschi!- possono fare delle prove generali prima dell’operazione e ricostruire se stessi con il “pezzo nuovo” vedendo come sarà il risultato finale grazie al computer. Premesso che il chirurgo plastico deve essere anche un bravo psicologo, saper convincere e parlare con la persona a volte anche per dissuaderla dall’operazione … la realtà virtuale servirà anche questo scopo, rendendo reali le parole del medico. Una volta visti col cambiamento in atto, certi soggetti non si piacciono, altri non sono convinti, altri ancora danno l’OK a procedere. Il tutto senza rischiare più errori, drammi e denunce postoperatorie! 

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Per mantenere un viso giovane… non usate il cellulare!

Se volete mantenere un bel viso giovane, senza rughe né doppio mento, fareste bene a ...

Condividi con un amico