Home » Benessere » Ecco i 10 vaccini che tutti dovremmo fare

Ecco i 10 vaccini che tutti dovremmo fare

bebe-vio

Beatrice “Bebe” Vio, la campionessa di scherma privata degli arti per colpa di una meningite gravissima che la colpì a 11 anni, di recente è scesa in campo a favore della campagna di vaccinazione. “Se avessi fatto il vaccino da piccola, oggi non sarei così” ha dichiarato, invitando tutti a vaccinarsi e farsi vaccinare, senza ascoltare le voci contrarie e allarmistiche. Nel suo caso, parla del vaccino anti meningite, oggi disponibile per tutti i bambini, ma rientrano nell’appello anche vaccini influenzali, anti tetano, e contro le malattie esantematiche.

I VACCINI NON SONO “VELENO”

I vaccini non sono “veleno”. Sono anzi l’arma che ci ha permesso di ripopolare il mondo dopo l’altissima mortalità che fino al Medioevo decimava città e nazioni (basti pensare alla peste, ma anche solo al morbillo o alla difterite). Gli esperti hanno individuato almeno 10 vaccini ai quali NESSUNO dovrebbe mai rinunciare, per via della loro utilità nel salvarci la vita.  Primo su tutti, il vaccino contro le malattie esantematiche (che attualmente è facoltativo) perché protegge bambini e adulti dal morbillo, malattia tutt’altro che lieve che può anche causare la morte di alcuni soggetti e, in altri, lo strascico di disturbi fisici per tutta la vita; poi, il vaccino contro il tetano che ci salva da infezioni mortali quando ci graffiamo con un ferro, un pezzo di legno, una pietra …; il vaccino anti poliomielite, malattia che provoca paralisi; quello contro le epatiti, in particolare l’epatite B; quello contro la difterite, malattia che oggi (grazie ai vaccini) è molto più rara ma che un tempo uccideva lentamente, ingrossando la gola fino a soffocare il paziente.

MALATTIE SCOMPARSE… O QUASI

Altri vaccini consigliati, sebbene non per forza obbligatori, sono quelli contro malattie che da noi sono quasi del tutto scomparse o sotto controllo, ma che in altre parti del mondo sono ancora fonti di epidemie. Soprattutto se viaggiate spesso, vaccinatevi contro il colera, la tubercolosi, la rabbia, il tifo. A volte è utile anche il vaccino contro il carbonchio, una malattia degli animali che spesso passa all’uomo. Oggi, soprattutto per i più piccoli, sono fortemente consigliati i vaccini contro il papillomavirus Hpv (dai 12 anni in poi) così da proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili prima che il corpo cominci ad attivarsi al sesso, un vaccino questo che protegge sia le femmine (nelle quali lo Hpv può anche causare il cancro all’utero) che i giovani maschi che possono contrarlo da partner già malate.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

sesso-1

Sesso: come si misura l’orgasmo femminile

Ma come si fa a capire il piacere delle donne? E’ un problema talmente serio, ...

Condividi con un amico