Home » Benessere » Dieci consigli per allontanare lo spettro del cancro al pancreas

Dieci consigli per allontanare lo spettro del cancro al pancreas

pancreas

Il cancro al pancreas è un “serial killer” come lo definiscono gli oncologi. Una malattia rapida e difficile da individuare che quando insorge lascia pochissime speranze di sopravvivenza, anche se la ricerca sta facendo progressi anche in questo campo. Si conoscono i danni che fa, il modo in cui attacca ma non si sa ancora cosa lo causa esattamente. L’unica ipotesi che si può fare, oltre all’ereditarietà, è l’eccesso di alcuni alimenti “sbagliati” che come fanno soffrire il fegato possono far danno anche al pancreas. Davanti a un nemico così potente, contro il quale la scienza sta ancora lottando, bisogna proteggersi con i mezzi (poveri!) a nostra disposizione … e chissà che non funzionino?

Dieci consigli alimentari

L’AIOM, l’associazione degli oncologi italiani, sul proprio sito ha stilato dieci consigli alimentari per provare almeno a proteggersi contro l’attacco del tumore al pancreas. Il primo su tutti è: preparatevi una purea di carote con coriandolo e olio di oliva. In alternativa, se non vi piacciono questi alimenti, potete mangiare una frittata di asparagi o una di pasta (o insieme). Altrimenti, gamberi al pomodoro con capelli d’angelo, zuppa di verdure con lenticchie, pesce spada affumicato alla Siciliana e vitello tonnato. Altri consigli riguardano le cose da evitare: meno alcolici, meno fumo, meno stress. Più facile a dirsi che a farsi. L’alimentazione aiuta a cercare di prevenire una malattia insidiosa, che inizialmente non dà sintomi e si manifesta solo se partono metastasi agli organi vicini. In Italia lo scorso anno si sono registrati 12.500 nuovi casi con maggior diffusione tra gli uomini e una mortalità superiore alla media di altri tumori. Le percentuali sono basse perché bassa è la sopravvivenza e dunque non si fa in tempo a raccogliere dati sui pazienti ammalati. Si spera che la ricerca, anche grazie all’alimentazione corretta, arrivi a trovare una soluzione. Nel frattempo non ci resta che far attenzione a cosa e come mangiamo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

dna

Cancro: come scoprirlo in fretta con la “biopsia liquida”

Diciamo addio alla biopsia, il bruttissimo ago che risucchia e analizza le masse o peggio, ...

Condividi con un amico