Home » Benessere » Idratazione in gravidanza, quale acqua bere

Idratazione in gravidanza, quale acqua bere

La corretta idratazione è un’alleata insostituibile della salute durante la gravidanza. Un adeguato apporto di liquidi durante i mesi di gestazione è infatti essenziale per sostenere l’aumentato flusso sanguigno e consentire il trasporto al feto delle sostanze nutritive.  L’acqua inoltre, non solo aiuta a combattere la ritenzione idrica, ma contiene anche sostanze minerali utili per il benessere dell’organismo, fondamentali per il benessere di mamma e bebè. È bene ricordare, infine, che la disidratazione in gravidanza può causare un aumentato rischio di infezioni delle vie urinarie, alle quali la dolce attesa predispone a priori per i cambiamenti anatomici, ormonali e immunitari che comporta. Nei casi più gravi, un periodo prolungato di grave disidratazione della gestante si ripercuoterebbe negativamente sulla salute fetale, determinando una diminuzione del liquido amniotico. Dagli esperti arriva pertanto il consiglio di bere almeno 2 litri di acqua al giorno anche per evitare spiacevoli fastidi intestinali come la stitichezza. Ma quale acqua scegliere in gravidanza?

Quale acqua scegliere in gravidanza

Per evitare, di sentirsi gonfie è preferibile non consumare acqua gassata. È consigliabile l’assunzione di acqua minerale oligominerale o a media mineralizzazione, per le sue proprietà favorenti le funzioni metaboliche e la diminuzione della ritenzione idrica. Si consiglia di sorseggiare l’acqua nell’arco di tutta la giornata, possibilmente a temperatura ambiente, prima che intervenga lo stimolo della sete.

Una valida alternativa all’acqua possono essere anche latte, bevande vegetali ed estratti o succhi di frutta e verdura, preferibilmente preparati in casa. Perfette anche le tisane come quelle rilassanti, che aiutano la digestione e favoriscono la diuresi. È bene invece limitare l’assunzione di caffè e bevande contenenti caffeina e bibite energetiche e alcolici i cui effetti negativi sulla salute del nascituro sono ormai ben noti. No anche alle bibite molto zuccherate che, oltre a non dissetare realmente, aumentano l’introito calorico senza aggiungere sostanze nutritive alla dieta.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Bologna, hospice pediatrico firmato Renzo Piano

È stato presentato al Mast di Bologna il progetto di hospice pediatrico firmato da Renzo ...

Condividi con un amico