Home » Benessere » Attenti al Pantoprazolo EG! Ritirati alcuni lotti dannosi

Attenti al Pantoprazolo EG! Ritirati alcuni lotti dannosi

farmaci-ritirati

Si tratta di uno dei migliori farmaci generici contro il reflusso gastro-esofageo, eppure in queste ore è al centro di un allarme avallato dall’AIFA (l’agenzia italiana del farmaco) che infatti ne ha disposto il ritiro immediato da tutto il territorio nazionale di alcuni lotti specifici, in quanto riconosciuti dannosi. Parliamo del PENTOPRAZOLO della “EG Spa”. Fu uno dei primi farmaci a usare il generico e a diventare “farmaco da banco” ovvero non necessitante di ricetta medica. Funziona per curare malattie legate all’apparato digerente, come appunto il reflusso ma anche come l’ulcera gastrica, l’ulcera duodenale, e la sindrome di  Zollinger-Ellison. Si presenta in pasticche confezionate e viene assunto per via orale.

Alterazione in alcuni lotti

L’allarme è scattato quando le segnalazioni di alcuni farmacisti hanno evidenziato alterazioni nel colore delle pillole. La conferma è avvenuta quando la stessa azienda produttrice “EG Spa” ha segnalato lo stesso problema in alcune confezioni chiuse, segno che le pasticche cambiavano colore per un problema interno e non per condizionamenti esterni (temperatura, conservazione, ecc.). Il ritiro è d’obbligo e dunque chi ne fa uso deve fare molta attenzione. Se avete già in casa o in mano  il lotto 60801 con scadenza 02-2021 con 14 pastiglie da 20 milligrammi di Pantoprazolo ( autorizzazione AIC numero 038440020) dovete segnalarlo al farmacista e comunque non ingerirlo assolutamente.

Se lo avete in casa riportatelo alla farmacia dove lo avete comperato in quanto la merce verrà ritirata dai Carabinieri che devono tener conto di tutto il numero complessivo dei lotti sul territorio nazionale. La “EG Spa” dovrà assicurare di aver ritirato ogni lotto difettoso entro le prossime 48 ore, ma non può farlo senza l’aiuto delle persone, soprattutto se lo hanno già acquistato. Se resteranno dei lotti invenduti saranno sequestrati in attesa di nuove disposizioni. L’azienda provvederà a eseguire i dovuti controlli sulla merce e sul perché si è verificata l’alterazione e sostituirà i medicinali con altri sicuri. In attesa, i pazienti potranno consigliarsi con medici e farmacisti per acquistare un sostituto del farmaco mancante. Ricordiamo che reflussi e ulcere sono problemi che vanno trattati in modo costante per evitare che degenerino.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

denti-2

Come funziona, in Friuli, la “odontoiatria sociale”

Dopo gli orti sociali e gli alloggi sociali, anche la medicina si apre al mondo ...

Condividi con un amico