Home » Benessere » Chirurgia: l’operazione al seno in diretta su Facebook

Chirurgia: l’operazione al seno in diretta su Facebook

chirurgia

Dimenticate “Grey’s Anatomy” e il “Dottor House”, perché in Italia la medicina televisiva si fa in diretta. E del tutto autentica, senza nessun attore. E’ l’idea strampalata, anche se per certi versi comprensibile, venuta a una equipe chirurgica di un ospedale di Napoli che ha filmato, passo dopo passo, uno degli interventi del loro chirurgo con tanto di commenti tra medico e paziente, per poi caricare tutto su Facebook! Il fatto è stato riportato dal Corriere del Mezzogiorno che ha utilizzato anche il video della operazione e ovviamente si sono scatenate le polemiche.

Chirurgia plastica “social”

Nel filmato si vede il chirurgo -uno dei nomi noti della medicina estetica napoletana- mentre interviene sul seno della paziente, che non è in anestesia totale e quindi può interagire. “Stiamo provando una protesi ‘sizer’ per vedere quale sarà la misura finale e, nel frattempo, la nostra amica ci dice qualcosa di suo…” dichiara il dottore, con un occhio al bisturi e uno alla telecamera. La donna non manca di farsi sentire:  “Sì, sto benissimo, va tutto ok. Un’equipe medica al top…”.  A questo video segue anche un secondo filmato dove la paziente racconta le sue sensazioni nella sala post operatoria, lodando ancora una volta i propri medici. Tutto questo online, su una pubblica pagina del social medium Facebook. Lo scopo, secondo medici e paziente, era quello di incoraggiare chi volesse affrontare una operazione al seno (anche per motivi di tumore, non solo estetici) e far vedere che atmosfera tranquilla regna in quegli ambienti.

Polemiche inevitabili

L’intervento, riuscito alla perfezione, risale a più di un mese fa, al 6 ottobre, e chiunque l’abbia caricato si è guardato bene dall’aspettare i tempi giusti per avere la certezza che la paziente fosse ben guarita. Le polemiche comunque sono scoppiate lo stesso. Il presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli, Silvestro Scotti, lancia il primo fulmine a ciel sereno: “Come medico io non avrei pubblicato il video, sul piano morale la mia valutazione non è molto positiva”, ha dichiarato. Sebbene abbia anche aggiunto che, per motivi medici e divulgativi, avrebbe apprezzato la pubblicazione su sistemi social privati, ovvero su sistemi informatici ospedalieri o universitari, non comprende affatto la necessità di spiattellare su Facebook non solo parti intime di una paziente ma anche immagini che possono non essere gradite da un pubblico non del settore. Tuttavia, non è stato commesso alcun reato e  “se la paziente è contenta e consenziente non ci sono problemi”. 

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

fox-parkinson

Parkinson: come riconoscere 10 sintomi più comuni

Il morbo di Parkinson è una malattia degenerativa che uccide, lentamente, le cellule che creano ...

Condividi con un amico