Home » Benessere » Sesso: come curare l’eiaculazione precoce in modo naturale

Sesso: come curare l’eiaculazione precoce in modo naturale

L’eiaculazione precoce è un problema di molti uomini, non soltanto giovani! E’ un disturbo che mette in crisi molti rapporti di coppia e che si può risolvere in diversi modi se solo si superasse l’imbarazzo e si capisse che se ne DEVE parlare col proprio medico. Ciò che frena tanti pazienti, infatti, è la vergogna. Ma se si andasse oltre, si potrebbe tornare a vivere una ottima vita sessuale, e non per forza imbottendosi di farmaci. E’ vero che i prodotti chimici sono più rapidi di quelli naturali, ma gli andrologi oggi si stanno orientando anche su cure a base di piante o di sostanze naturali.

Da una pianta africana l’aiuto che ci vuole

Uno dei segreti per fermare l’eiaculazione precoce è la serotonina, proprio lei! Il  neuro modulatore conosciuto anche col nome di “ormone del benessere” che di solito si scatena subito dopo il sesso non prima. Ma prima può aiutare l’uomo a regolare la propria eccitazione. Se manca la serotonina, l’eiaculazione precoce può essere un problema molto serio. Per aiutare la serotonina a fare il proprio dovere si dovrebbe assumere  il 5 idrossitriptofano , il quale è contenuto in abbondanza in una pianta africana. Si tratta di una leguminosa chiamata Griffonia. Nel panorama farmaceutico esiste una molecola riconosciuta valida dal Ministero della Sanità, chiamata Dapoxetina, che agisce in modo molto rapido allo stesso modo ma che può avere su alcuni soggetti qualche effetto collaterale. L’estratto della Griffonia invece è del tutto sicuro e innocuo. Riuscendo a tramutare questo estratto naturale in un medicinale omeopatico si potrebbe dare la possibilità a chi soffre di eiaculazione precoce di assumere quantità dosate di  5 idrossitriptofano, che ha la capacità di superare senza alcun problema la barriera ematoencefalica. L’effetto forse non sarà immediato come quello di un farmaco chimico, ma potrebbe comunque durare nel tempo ed essere tollerabile da qualsiasi soggetto. Il futuro della medicina andrologica si proietta sempre più verso i metodi antichi o naturali, anche per vincere un disagio maschile che si lega alle visite mediche e al timore di non riuscire a sostenere una cura.

Chi soffre di eiaculazione precoce

Di norma sono i maschi giovani a soffrire di più di eiaculazione precoce, ma ormai anche i più grandi ne sono vittime a causa di problemi di stress e di ansie. Le statistiche ufficiali parlano di un 25-30% di uomini coinvolti. Oltre all’età, il fattore che rende a rischio alcuni uomini è il carattere. I più timidi, i più insicuri attivano un circolo vizioso: eiaculazione precoce, paura di sbagliare, paura di averla di nuovo, ritorno del problema, e ricomincia tutto. La soluzione migliore, oltre alle nuove cure naturali, rimane sempre quella di parlarne con un medico, possibilmente anche con uno psicologo. Da questo punto di vista il sessuologo ricopre entrambi i ruoli.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Dati falsati per “finire il turno prima”: bimbo nasce con gravi danni

La Procura di Catania sta indagando, e ha già posto in stato di fermo, due ...

Condividi con un amico