Home » Benessere » Mamme anziane e figli unici. Saranno disadattati?

Mamme anziane e figli unici. Saranno disadattati?

Si credeva che il problema fosse la crisi. I giovani si sposano tardi, fanno figli tardi perché trovano lavoro tardi. Ma non è così … è proprio una tendenza. Oggi si fanno meno figli perché diventare genitori non piace più a nessuno. Se non si ha un lavoro il problema è pratico (“come lo mantengo?”) se invece si ha un buono stipendio perché complicarsi la vita (“voglio godermela finché dura”)? Il risultato è che uomini e donne si decidono a far figli dopo i 40 anni e sempre più spesso questi figli rimangono soli, UNICI.

Niente fratelli, zii in via di estinzione

Niente più fratelli, e di conseguenza sparirà la figura dello zio e anche del cugino. Come cresceranno questi bambini soli con i loro giochi, sempre più spesso elettronici e alienanti? Saranno dei disadattati? Il rischio è alto, perché il non aver nessuno su cui contare nella vita li porterà ad affidarsi sempre più ai dispositivi e ai robot. E questo porterebbe alla perdita dei sentimenti e delle emozioni. Ma esiste anche una possibilità inversa. I figli unici, infatti, potrebbero riversare sugli estranei il loro bisogno di amore e diventare più affettuosi e generosi di quanto siamo abituati a vedere oggi.

Disadattati? No, socievoli

I figli unici sono soli, è vero, ma questo li abitua ad essere autonomi e indipendenti e a non doversi affidare troppo a terze persone. Forse saranno quindi meno ingenui di come eravamo noi, o i nostri nonni, nelle enormi famiglie allargate. La famiglia allargata è un’altra prospettiva del futuro. I figli unici possono avere altri fratelli o sorelle “unici” dai nuovi compagni dei genitori divorziati e comunque avere un legame di (mezzo) sangue nel mondo. Tutto dipende dall’educazione e dal carattere. Si può crescere bene anche senza fratelli, se gli amici diventano la tua famiglia. Si può sopravvivere senza zii o cugini se ci si trova bene con amici o compagni dei genitori. L’importante è non rinunciare mai al cercare esseri umani con cui confrontarsi. (foto copyright GRAZIA MUSUMECI)

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico