Home » Benessere » Naso greco o aquilino? Il segreto sta nel meteo!

Naso greco o aquilino? Il segreto sta nel meteo!

Se avete un bel nasino all’insù, o un naso greco o un nasone a becco d’aquila non prendetevela più con i vostri genitori o col destino cane … potrebbe essere solo una questione di meteo! Secondo una ricerca americana della Penn State University, infatti, il tipo di clima che influenza un ambiente può condizionare il lavoro dei geni che formano quella specifica parte del nostro viso. Sembra fantascienza, ma le prove ci sarebbero.

Questione di clima

Dopo aver raccolto dati e misure per mesi, dopo aver studiato le foto in 3D di visi e profili, i ricercatori sono giunti alla conclusione che oltre al fattore ereditario influisce molto la condizione climatica di un certo paese o ambiente. Insomma, magari papà e mamma vi trasmetteranno la forma del naso in generale, ma la larghezza delle narici, la gobba del dorso e simili possono anche essere un derivato dell’adattamento preistorico all’ambiente di uno o più antenati. Ma come fa “il clima” a scolpire i dati genetici del nostro naso?

E di gusto personale

Per esempio, se i nostri antenati vivevano in un Paese molto caldo, dove l’umidità rende difficile respirare, sviluppavano narici più larghe in modo da far entrare più ossigeno possibile. Al contrario, chi respira aria gelida nel freddo Nord deve avere narici piccole e allungate. Non è un caso se i nasi africani sono bassi e larghi mentre quelli svedesi lunghi e stretti! Quanto alla forma (piccola, a becco d’aquila, all’insù o all’ingiù) potrebbe dipendere da una selezione data dal parametro di fascino di un partner, che cambia nel tempo. Dunque il problema naso è tutt’altro che semplice. E’ genetico, ma è anche influenzato enormemente dall’ambiente e dal gusto personale. Chissà che in futuro il naso perfetto non sia in giù (per consentire la visuale del cellulare!) e traforato per consentire già un piercing di gran moda?

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Dipendenza da smartphone, vittime soprattutto le donne

La dipendenza da smartphone miete vittime soprattutto tra le donne. A sostenerlo è una ricerca ...

Condividi con un amico