Home » Benessere » “Vi paghiamo per stare a letto”, ma è un serio test di medicina

“Vi paghiamo per stare a letto”, ma è un serio test di medicina

Qualcuno accetterebbe di restare a letto per 2 mesi consecutivi e ricevere in cambio ben 16.000 Euro?? L’annuncio scioccante viene dall’Istituto di Medicina e Fisiologia Spaziale di Tolosa, in Francia e non si tratta di una vacanza o di un viaggetto di piacere ma di un vero e serio test medico-scientifico con i suoi rischi … anche discretamente elevati … per cui il compenso serve anche a tamponare eventuali danni. La ricerca non paga mai poco qualcosa che non sia a rischio, e questo è bene che si sappia prima. Ma in cosa consiste questo particolare esperimento?

Come funziona il test

La medicina dello spazio cerca sempre di prevedere i problemi che si avranno in assenza di gravità o in situazioni anomale, come appunto quelle a bordo di una navicella spaziale, per cui bisogna provocare certe reazioni fisiche nel corpo. Per questo si vogliono arruolare 24 ragazzi e uomini di un’età compresa tra i 24 e i 45 anni, in forma, sportivi e non fumatori. Non devono avere allergie né malanni di sorta e avere una massa corporea compresa tra 22 e 27. Dovranno stare sdraiati sul materasso per 60 giorni col solo compito si lavarsi e mangiare, senza potersi mai sgranchire gli arti. La regola d’oro è che “almeno una spalla resti sempre poggiata sul cuscino”.

Problemi cardiaci importanti

Alla fine del periodo di riposo prolungato, queste persone saranno analizzate nelle loro reazioni fisiche e potrebbero soffrire di vertigini, svenimenti, problemi circolatori, perdita di massa muscolare. Potrebbero esserci problemi di cuore perchè -dopo tanto riposo- il solo stare in piedi accelererebbe i battiti in modo istantaneo. Potrebbero rischiare un collasso, se non peggio. I primi test sono stati condotti su volontari interni alle strutture spaziali, sia europee che americane, sebbene in numero minore e dunque con meno dati, e dopo 60 giorni di letto nessuno di loro è riuscito a stare alzato per più di 10 minuti, il primo giorno. Ora si vorrebbe esplorare un campione più elevato di persone. Per 16.000 euro … ve la sentite di affrontare tutto questo?

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Arriva la dieta Giapponese: scopriamo cos’è

La novità-tormentone dell’estate alimentare, per il 2017, sarà la DIETA GIAPPONESE. Ideata dal dottor Yoshinori ...

Condividi con un amico