Home » Benessere » Fumo seconda causa di morte nel mondo

Fumo seconda causa di morte nel mondo

Il fumo è la seconda causa di morte nel mondo dove si contano almeno un miliardo di fumatori. A rivelarlo è uno studio pubblicato da Lancet che si basa sui numeri del Global Burden of Disease, un rapporto internazionale che ha vagliato i dati dal 1990 al 2015.

Secono gli esperti i numero parlano chiaro: la percentuale di fumatori è calata ed è passata da un uomo su tre a uno su quattro e da una donna su 12 a una su 20, ma per effetto della crescita della popolazione mondiale il numero assoluto di fumatori è aumentato da 870 milioni a quasi un miliardo. Dai dati più recenti emerge che metà dei 6,4 milioni di morti l’anno si trovano in quattro paesi, Russia, Usa, Cina e India.

Nel dettaglio vediamo che i tre paesi con la maggior percentuale di fumatori maschi nel 2015 erano Cina, con 254 milioni, India con 91 milioni e Indonesia con 50 milioni. Per le fumatrici al top ci sono invece gli Usa, 17 milioni, la Cina e l’India con circa 14 milioni. Fra i paesi virtuosi il rapporto indica il Brasile, che ha ridotto i fumatori con un mix di aumento delle tasse, adozione di pacchetti con indicazioni sui rischi e campagne di educazione.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Bologna, hospice pediatrico firmato Renzo Piano

È stato presentato al Mast di Bologna il progetto di hospice pediatrico firmato da Renzo ...

Condividi con un amico